menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Al culmine dell'ennesimo litigio accoltella la compagna alla pancia

L'aggressione nella notte tra mercoledì e giovedì in un'abitazione di Marghera. La donna, 60enne, è stata operata all'ospedale Dell'Angelo

Non era la prima volta che le forze dell'ordine dovevano intervenire per il loro rapporto di "amore e odio". Molto focosi nel volersi bene, molto focosi anche nel dirsene di ogni. Solo che verso la mezzanotte e mezza tra mercoledì e giovedì un 67enne residente a Marghera, in via Vergottini, ha passato il segno. Ferendo la propria compagna con un fendente all'addome, al culmine dell'ennesima lite. A lanciare l'allarme è stato lo stesso aggressore, che ha chiamato la polizia: "Ho accoltellato la mia donna", queste devono essere state le sue parole all'operatore della centrale operativa del 113.

Subito sul posto sono intervenute le Volanti, che hanno soccorso la donna assieme ai sanitari del 118. Si tratta di una 60enne con precedenti penali trasportata poi all'ospedale Dell'Angelo, dov'è stata sottoposta a una operazione chirurgica per lenire le conseguenze della coltellata, sferrata con una lama di circa 13 centimetri. Inevitabile che per lei la prognosi rimanesse riservata, anche se con il passare del tempo il quadro clinico parrebbe non essersi aggravato. Anzi, c'è ottimismo sulle sue condizioni. Tanto più che la sventurata si sarebbe sempre mantenuta cosciente.

All'ospedale ci è finito anche il suo compagno (entrambi hanno precedenti penali). Per lui però niente pronto soccorso o chirurgia, bensì un accertamento di tipo psichiatrico. Dopodiché è stato riaccompagnato alla propria abitazione dagli agenti. Inevitabile per lui una denuncia per lesioni aggravate.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento