menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scivola dal Ponte della libertà e finisce in acqua: salvata in extremis dai finanzieri

Una 30enne veneziana nella tarda serata di sabato è stata caricata a bordo da una imbarcazione delle fiamme gialle nei pressi dello scalo fluviale. Poi il trasferimento all'ospedale Civile

Evidentemente aveva deciso di tornare a Venezia, allontanandosi dal centro di igiene mentale di Mendrisio, in Svizzera, in cui era ospitata. Il ritorno in laguna, però, non è stato dei migliori per una trentenne residente nel territorio comunale che nella tarda serata di sabato è caduta in acqua dal ponte della Libertà, nelle vicinanze del bivio del Tronchetto. A soccorrerla è stata una imbarcazione della guardia di finanza in transito, i cui militari hanno udito delle flebili richieste d'aiuto provenire da sotto il ponte. Avvicinandosi hanno capito che a proferirle era una giovane donna, che annaspava per mettersi in salvo.

La pattuglia marittima, in servizio di perlustrazione, è entrata in azione nei pressi dello scalo fluviale, dove solo poche settimane fa un camion è finito in acqua dopo che il conducente non avrebbe tirato il freno a mano durante la sosta. Nella tarda serata di sabato nessuno si era accorto di ciò che stava accadendo: i finanzieri hanno avvicinato la donna e l'hanno caricata a bordo, constatando che si trovava in stato confusionale ma comunque cosciente. Dopodiché i baschi verdi hanno posizionato la prua verso l'ospedale Civile di Venezia, dove la sventurata è stata sottoposta ad accertamenti sanitari in pronto soccorso. E' lì che si è scoperto essere una veneziana che si era allontanata dal centro specializzato di Mendrisio dove si trovava fino a poco tempo fa. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento