rotate-mobile
Cronaca Mirano

Precipita per duecento metri, morta escursionista di 48 anni

Il tragico incidente in montagna sabato mattina. Nulla da fare per la donna, Elena Berton, che abitava a Mirano

Non c'è stato nulla da fare per la donna precipitata sabato mattina, 30 ottobre, sul Jôf di Montasio, nelle Alpi Giulie. Elena Berton di Mirano, 48 anni, è scivolata per circa duecento metri dopo aver perso aderenza nell'attraversare un canalino ghiacciato.

Lei e il suo compagno avevano dormito al bivacco Vuerich, che avevano raggiunto venerdì sera partendo dai Piani del Montasio e al mattino avevano deciso di proseguire lungo il sentiero attrezzato Ceria Merlone. Proprio poco dopo essere partiti, nell'attraversare un canale ghiacciato, è accaduto l'incidente. Il compagno ha riferito di essere andato avanti in perlustrazione e di aver deciso subito di tornare indietro essendosi reso conto che l'itinerario era a tratti ghiacciato e con neve. Proprio poco dopo essersi girato per ripercorrere il canale a ritroso la compagna, che era più indietro, è scivolata.

Indossava un vecchio modello di ramponi, a dieci punte. L'uomo è riuscito a riattraversare e a raggiungere la compagna, caduta per circa duecento metri più in basso. A quel punto, ha cercato di chiamare i soccorsi ma per riuscire a trovare un punto favorevole alla chiamata è dovuto scendere ulteriormente. Sul posto è stato inviato dalla Sores l'elisoccorso regionale, la guardia di finanza e il soccorso alpino stazione di Cave del Predil. L'equipe tecnico sanitaria è stata sbarcata sul posto con il verricello e il medico non ha potuto far altro che constatare il decesso della vittima. L'elicottero ha provveduto a imbarcare il compagno della donna e la salma è stata recuperata dall'elicottero della Protezione Civile e portata presso la guardia di finanza di Sella Nevea.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Precipita per duecento metri, morta escursionista di 48 anni

VeneziaToday è in caricamento