Cronaca Via Cian

Ferma la bici per rispondere al telefono, 63enne viene rapinata

La donna procedeva lungo via Cian, a San Donà di Piave, in pieno giorno. Il bandito le ha premuto una pistola o un'arma contro la schiena

Stava pedalando lungo via Cian, ma si è fermata per rispondere al cellulare. È stato allora che un criminale ha deciso di aggredirla, minacciarla e farsi consegnare tutti i soldi che aveva con sé. È successo lunedì pomeriggio a San Donà di Piave, vittima della rapina una donna di 63 anni che, come riporta la Nuova Venezia, non ha potuto fare altro che denunciare l'accaduto ai carabinieri.

SOTTO MINACCIA – Tutto sarebbe avvenuto in pochi istanti, poco dopo le 15. La signora, da poco uscita di casa, si stava dirigendo verso il centro città quando ha accostato la bicicletta sul ciglio della strada per rispondere al suo cellulare. Era l'occasione che il rapinatore stava aspettando: non visto è scivolato alle spalle della 63enne, le ha premuto qualcosa contro la schiena (difficile dire se una vera pistola o solo un bluff per spaventare la malcapitata) e ha preteso tutti i soldi cha la donna aveva con sé.

La signora non ha opposto resistenza e ha consegnato al delinquente i contanti che teneva in portafogli, circa 150 euro. Il ladro ha afferrato le banconote e in un attimo si è dileguato, sparendo tra le strette vie laterali. La signora ha subito raccontato quanto accaduto alla locale caserma, ma i carabinieri per il momento non hanno elementi utili per catturare il bandito e nemmeno le telecamere della zona sembrano essere molto d'aiuto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferma la bici per rispondere al telefono, 63enne viene rapinata

VeneziaToday è in caricamento