rotate-mobile
Cronaca Vigonovo

Donna violentata a Vigonovo, lo stesso argine sul Brenta di marzo

L'aggressione sabato nel parco Sarmezza. La vittima stava facendo jogging quando è stata bloccata da un uomo. Mesi fa vicenda simile

Ancora violenza a sfondo sessuale sull'argine del Brenta a Vigonovo. Ancora donne che finiscono vittima di uomini senza scrupoli vogliosi solo di soddisfare le proprie voglie. Sabato scorso, come riporta il Gazzettino, la vittima, di mezza età, stava facendo jogging al parco Sarmazza quando a un certo punto si è trovata di fronte un uomo sui trent'anni sbucato fuori da qualche sentiero laterale.

A MARZO UNA VICENDA SIMILE

E' stato un attimo. L'aggressore l'ha assalita afferrandola per i capelli e l'ha costretta con la forza, nonostante le urla della malcapitata, a raggiungere le rive dell'invaso dell'idrovia Padova-Venezia. Minacciandola di morte se avesse tentato di scappare. Nessuno è accorso, nessuno ha sentito le richieste d'aiuto. L'uomo quindi ha avuto tutto il tempo di abusare della donna, rimasta senza più fiato in gola. Italiano stentato, accento dell'est. Forse albanese. Questi gli indizi attraverso cui i carabinieri della stazione locale stanno cercando di far luce sulla vicenda.

A marzo scorso un episodio simile, sempre nello stesso luogo. Un'altra donna venne bloccata da un aggressore, ma la violenza non si consumò per l'arrivo di una persona che stava facendo jogging accorsa attirata dalle grida della donna.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donna violentata a Vigonovo, lo stesso argine sul Brenta di marzo

VeneziaToday è in caricamento