menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dieci anni per incassare dallo Stato Ditta di Ceggia perde 17mila euro

Il ministero doveva risarcire parte degli investimenti della Veneta Stampi, ma i 76mila euro che mancavano sono arrivati solo dopo una decade

Da dieci anni attendevano che lo Stato italiano pagasse i conti, ora, dopo oltre una decade di risposte negative, i metalmeccanici di Veneta Stampi hanno finalmente ottenuto quello che gli spettava, anche se con un ritardo impressionante. A rendere nota la vicenda è Confindustria Venezia, che riporta anche l'ammontare del debito finalmente saldato: ben 76mila euro.

LA STORIA E I COMMENTI – L'azienda di Ceggia anni fa aveva deciso di investire all'incirca 2,7 milioni costruendo un nuovo capannone e acquistando macchinari, soldi che però sarebbero dovuti rientrare in cassa grazie alle agevolazioni del Patto Territoriale della Venezia Orientale. Peccato che dal ministero dello Sviluppo Economico sia arrivata solo una parte della cifra. Per dieci anni, racconta Vittorio Furlan, titolare della ditta, le richieste di saldo si sono scontrate contro un “muro di gomma” e, grazie all'inflazione, anche ora che i soldi sono arrivati l'azienda ha perso circa 17mila euro. Anche Matteo Zoppas, presidente di Confindustria Venezia, ha commentato la situazione, spiegando che, purtroppo, simili casi non sono rari: sempre più numerose, infatti, sono le piccole e medie imprese che attendono dallo Stato centinaia di migliaia di euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Attualità

Marea di borse in plastica invade la scala Contarini del Bovolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento