rotate-mobile
Cronaca Marcon / Via Alta

Dorme nell'automobile a Marcon, svegliato con un coltello alla gola

Un giovane del posto, dopo una lite con i genitori, aveva deciso di passare la notte fuori, ma verso le tre è stato vittima di una tentata rapina

Una notte decisamente movimentata quella passata da un ventenne di Marcon che, dopo una lite con i genitori, è uscito in strada solo per finire vittima di una tentata rapina a mano armata. Il ragazzo era andato via di casa per sbollire la rabbia, ma si è ritrovato un coltello puntato alla gola. A salvarlo sono stati i suoi riflessi, ma la serata sarebbe potuta finire molto male.

BRUTTO RISVEGLIO – Il giovane si era scontrato con i genitori e, sbattendo rumorosamente la porta, se n'era andato di casa per passare la notte fuori. Come riporta il Gazzettino, il ragazzo non aveva però un posto dove andare e così, dopo qualche giro in auto, ha deciso di parcheggiare in via Alta e dormire sui sedili. Intorno alle tre di notte il brusco risveglio: alcuni colpi al finestrino, poi la portiera che si spalanca e davanti al ventenne si parano due figure incappucciate che chiedono, agitando un coltello, tutti i soldi del giovane.

IN FUGA – Il ragazzo, spaventato a morte, si getta d'istinto sul clacson, facendo un baccano infernale e riuscendo così a mettere in fuga i malviventi. Poi, ancora scosso, il giovane è saltato di nuovo alla guida, è arrivato fino a piazza del Municipio e ha chiamato i carabinieri. I militari sono arrivati immediatamente, hanno raccolto la testimonianza del ragazzo e si sono messi subito a cercare i delinquenti, ma per le strade di Marcon non c'era più traccia dei due rapinatori. Ora gli uomini dell'Arma stanno passando al setaccio le videocamere delle strade cittadine, nella speranza di recuperare qualche indizio utile.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dorme nell'automobile a Marcon, svegliato con un coltello alla gola

VeneziaToday è in caricamento