Cronaca Marghera

Passa la notte dentro la Nave de Vero. "Volevo solamente mangiare"

Un uomo sarebbe stato trovato ancora mezzo addormentato all'alba, al terzo giorno di apertura. Ma la dirigenza smentisce: "Non è vero"

Si sarebbe nascosto tra bar e locali e avrebbe dormito dentro la Nave de Vero. Avrebbe guardato le stelle attraverso la copertura di vetro, e sarebbe stato ritrovato all’alba dagli addetti alla sicurezza e avrebbe spiegato molto candidamente: “Volevo solo fermarmi a mangiare”. Questa lincredibile storia che racconta il Gazzettino. Tutto sarebbe accaduto al terzo giorno di apertura dell’imponente centro commerciale di Marghera. Per l'intruso sarebbe bastato attendere le 23 nascondendosi tra banconi e tavolini per ignorare i controlli e rimanere da solo tutta la notte. Ha semplicemente dormito, ma chissà cosa avrebbe potuto fare.

I negozi chiudono alle dieci di sera, la piazza con i ristoranti un’ora dopo. Quando si sono spente le luci della grande Nave, però, nessuno si è accorto di quella presenza. Non ha combinato nulla di che, probabilmente cercava solo un po’ di cibo per sfamarsi oppure un tetto sicuro sotto cui dormire.

Gli addetti alla sicurezza che lo hanno trovato sarebbero rimasti sbigottiti, la segnalazione alle forze dell’ordine è stata inevitabile. La direzione sta prendendo le contromisure, in base a ciò che accade giorno per giorno. O, a questo punto, notte per notte.

LA REPLICA DEL CENTRO COMMERCIALE - La Direzione del centro commerciale Nave de Vero precisa che "nessun visitatore ha mai eluso i controlli di sorveglianza restando all'interno del centro oltre l'orario di chiusura. La notizia pubblicata da il Gazzettino, come peraltro confermato dallo stesso autore dell'articolo, è da attribuirsi esclusivamente a pareri raccolti tra alcuni esercenti del centro commerciale. I responsabili della vigilanza di Nave de Vero e le forze dell'ordine hanno però escluso categoricamente che il fatto sia realmente accaduto, un dato confermato anche dai sistema di video-sorveglianza interno. Di conseguenza, non si è reso necessario nessun incremento del livello di attenzione, né limitazioni all'accesso di Piazza de Vero".

"In effetti dobbiamo confessare che non una ma più persone hanno passato la notte a Nave de Vero, e non una sola volta - scherzano alla sede milanese di Corio Italia, il gruppo a cui fa capo Nave de Vero - Sono tutte le persone che, nelle settimane precedenti l'apertura, hanno lavorato senza sosta per rispettare le scadenze. Ora che il centro è finalmente aperto, non escludiamo però di cogliere questo suggerimento della stampa e di organizzare quindi un'apertura speciale "in notturna" in occasione di un evento particolare".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Passa la notte dentro la Nave de Vero. "Volevo solamente mangiare"

VeneziaToday è in caricamento