menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine d'archivio

Immagine d'archivio

"Dov'è la pallina?": gioco delle tre scatolette in centro per truffare i turisti: un denunciato

Almeno due segnalazioni nel pomeriggio di venerdì alla sala operativa della Questura di Venezia. A mettere in piedi il raggiro tre fratelli romeni già noti alle forze dell'ordine

Trucchi di "magia" per imbrogliare i turisti. Sono quelli messi in atto da tre fratelli di origine romena di 19, 21 e 30 anni, che nel primo pomeriggio di venerdì hanno cercato di truffare i passanti a Venezia, convincendoli a tentare la sorte nel gioco delle tre scatolette. Il meccanismo è sempre lo stesso: si chiede all'avventore di puntare una somma di denaro, solitamente 50 euro, e di indovinare sotto quale scatoletta o campenella si nasconda la biglia o la monetina, dopo che il conduttore del gioco ha sapientemente, e con l'inganno, mescolato i contenitori.

Si tratta di una truffa messa in piedi di frequente in luoghi molto affollati, dove è facile convincere i passanti a tentare la sorte, solitamente con un turno "bonus", durante il quale non è necessario puntare denaro e non vengono utilizzati trucchi truffaldini. La prima segnalazione è giunta attorno alle 13 da un passante che si trovava nelle vicinanze del Ponte dell'Accademia, la seconda poco dopo: in questo caso i truffatori si trovavano vicino al Ponte degli Scalzi. La sala operativa della Questura ha quindi inviato una volante lagunare in zona, con gli agenti in grado di identificare e bloccare immediatamente i delinquenti.

I tre fratelli, già noti alle forze dell'ordine, sono tutti senza fissa dimora e dediti ad una vita di espedienti. Il più anziano dei tre, B.M., vanta anche numerosi precedenti penali per reati contro la persona e il patrimonio e il divieto di ritorno nel Comune di Venezia, del quale, evidentemente, non gli importava molto. Il 30enne è stato quindi denunciato in stato di libertà, e poi allontanato con i propri complici.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento