Cronaca

Lotta alla "maria" nel Sandonatese Fermati in tre dai militari dell'Arma

Tra Noventa e San Donà sono stati bloccati due uomini che nascondevano piante di cannabis, poi un giovane che custodiva oltre un chilo di hashish

Guerra aperta allo spaccio di stupefacenti nel Sandonatese. I carabinieri delle stazioni locali e quelli del nucleo operativo e radiomobile sabato 21 settembre hanno “messo nel sacco” tre individui carichi di droga leggera. I primi due, fermati a Noventa di Piave, sono stati deferiti in stato di libertà e segnalati alla prefettura di Venezia, il terzo, scoperto proprio a San Donà di Piave, è stato invece fermato e trattenuto in carcere in attesa di processo.

A NOVENTA – I primi due fermi ne territorio sono stati i due bloccati nella cittadina del famoso outlet. I militari, impegnati proprio nel contrasto dello spaccio di droga, intorno alle 18 hanno fermato un 30enne bosniaco, regolare in Italia, e un 39enne trevigiano ma residente a San Donà. Il primo, perquisito, è stato trovato con addosso uno spinello già preparato. Immediatamente è scattata la perquisizione nell'abitazione del fermato che ha permesso di rinvenire una pianta di marijuana alta 85 centimetri, alcuni sementi e strumenti per il confezionamento della droga, nonché alcune dosi già incellophanate per un totale di circa 350 grammi. Il trevigiano, invece, disoccupato e pregiudicato, conservava in casa una pianta di 53 centimetri e 17 grammi di marijuana, oltre ad un bilancino di precisione.

A SAN DONÀ -  Più consistente, invece, il sequestro compiuto a San Donà, solo poche ore dopo l'intervento di Noventa, alle 22.40. Gli uomini dell'Arma hanno infatti arrestato un 24enne di origini marocchine, incensurato e regolare in Italia, dopo un controllo in via Ancillotto, poco prima delle 20. Il ragazzo, al volante della sua auto, è stato trovato con addosso due panetti di hashish da 100 grammi l'uno. La perquisizione nell'abitazione del giovane ha poi fatto emergere un chilo e 747 grammi dello stesso stupefacente, oltre a 1.025 euro in contanti, i probabili ricavi delle dosi di hashish. Il ragazzo è stato fermato e l'autorità giudiziaria ha convalidato l'arresto, decidendo per il fermo in carcere in attesa del processo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta alla "maria" nel Sandonatese Fermati in tre dai militari dell'Arma

VeneziaToday è in caricamento