Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca Via San Filippo

Due autovelox in funzione a San Michele entro 15 giorni: "Una rotonda coi soldi delle multe"

Lo comunica il sindaco. Sono collocati sulla regionale 74, il limite è fissato a 90 all'ora. Diverse rotatorie in fase di realizzazione per migliorare la viabilità

Il sindaco di San Michele al Tagliamento, Pasqualino Codognotto fa chiarezza sull’entrata in funzione dei due sistemi di rilevamento elettronico della velocità, denominati autovelox, posizionati lungo la strada regionale 74 (ex provinciale 74). "In questi giorni si stanno montando gli apparecchi - precisa - ma la loro attività inizierà non prima di 10/15 giorni: tempo necessario per effettuare tutte le prove e il collaudo, nonché per l’installazione del software al comando di polizia locale di Bibione".

"Sicurezza sulla strada"

I due sistemi di rilevamento elettronico della velocità (il limite in quei tratti è di 90 chilometri orari) si trovano uno all’altezza di San Filippo ("guarda" i veicoli in uscita, e cioè verso nord) e uno all’altezza di Marinella, per i veicoli con direzione sud, ovvero verso Bibione. Della data di inizio ufficiale dei controlli verrà data informazione almeno 5 giorni prima sul sito del Comune di San Michele al Tagliamento e tramite comunicati stampa nei quotidiani. "Lo scopo non è fare cassa - ricorda il sindaco - ma far rispettare il limite di velocità in una strada che con decreto prefettizio è stata riconosciuta come pericolosa. Vero è che la convenzione con Veneto Strade consentirà per i primi 5 anni di usare tutti gli introiti delle contravvenzioni per fare fronte alle spese di costruzione della futura rotonda di Cesarolo (1,35 milioni di euro), ma vero anche che questa impostazione è insita nelle normative del codice della strada, laddove si dice che gli introiti devono, tra l’altro, essere utilizzati per migliorare le condizioni di sicurezza della viabilità stradale".

I progetti per la viabilità

"È la corretta impostazione per far diminuire il rischio di incidenti ed anche armonizzare la viabilità da e per Bibione - continua il sindaco - La nuova rotatoria, come quella più a sud di Marinella, consentirà anche un migliore attraversamento della strada da parte soprattutto dei residenti. Il prossimo passo, sul quale stiamo già lavorando, sarà la costruzione di una rotonda all’intersezione della Regionale 74 con la Statale 14, San Michele-Portogruaro; avremo così la principale arteria extraurbana del nostro Comune priva di semafori e con intersezioni importanti depotenziate da pericoli incombenti". Altro nodo critico che necessita di soluzione è l’incrocio a raso della Regionale con via Comugne, su cui sono stati recentemente fatti interventi per una migliore visibilità, ma che ha ancora margini di miglioramento. Per finire a Bibione sarà tolto il semaforo di via Orsa Maggiore con via Brenta sostituendolo con un’ultima rotonda.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due autovelox in funzione a San Michele entro 15 giorni: "Una rotonda coi soldi delle multe"

VeneziaToday è in caricamento