Colti sul fatto mentre spacciano eroina e marijuana: due in manette

Giro di vite sullo spaccio nel Veneziano: arrestati due pusher nel fine settimana dai carabinieri di Mestre: uno al Bissuola, l'altro sulla Castellana a Martellago

Gazzella dei carabinieri al parco Bissuola

Si stringono le maglie della lotta allo spaccio di stupefacenti nella territorio veneziano. Nel fine settimana, i carabinieri del Norm, supportati dai colleghi del 4° Battaglione Veneto, hanno messo le manette ai polsi a due spacciatori: il primo operante con profitto al parco Albanese, il secondo, invece, sorpreso sulla Castellana, in prossimità di una fermata Actv, in procinto di cedere una dose di eroina ad un cliente.

Giro di spaccio al Bissuola

Primo spacciatore arrestato nel fine settimana è stato il ghanese C.Y., 34enne senza fissa dimora e clandestino in Italia, stabilizzatosi comunque a Mestre. Precedenti attività di controllo avevano permesso di appurare come nel polmone verde mestrino si fosse instaurata una cellula di spaccio, in grado di rifornire il circondario e non solo. È stato proprio nel corso di un servizio di controllo "fuori zona" che i militari della stazione di Spinea, in abiti borghesi, hanno sorpreso il pusher mentre stava cercando di piazzare lo stupefacente. Subito fermato e perquisito, aveva con sé circa 18 grammi di marijuana e una somma di denaro che i carabinieri hanno ricollegato all'attività illecità. Dopo essere stato accompagnato in caserma per le formalità di rito, l'uomo è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e trattenuto in camera di sicurezza in attesa della direttissima in programma oggi.

L'altro arresto

Secondo a finire in manette nel weekend appena passato è stato invece M.O., nigeriano 26enne, sorpreso in prossimità di una fermata Actv sulla Castellana mentre cedeva una dose ad un cliente. Quando quest'ultimo si accorge poco distante della presenza di una gazzella dei carabinieri, decide di disfarsi dell'involucro che aveva appena acquistato, gettandolo al di là di una siepe. Il tentativo è comunque goffo: i militari della stazione di Martellago, infatti, recuperano la dose, circa un grammo e mezzo di eroina, e fermano la coppia. Per lo spacciatore, trovato in possesso anche di 300 euro, probabile provento dell'attività di spaccio, sono scattate le manette, mentre il cliente, italiano, è stato segnalato al prefetto come consumatore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Truffatore online per anni, lo vanno a prendere nel suo appartamento

  • Trovato morto a 17 anni: sospetta overdose da psicofarmaci

  • Due casi di overdose in poche ore a Mestre, morto un 24enne

  • Tour fotografico nella ex Sirma, fabbrica abbandonata a Porto Marghera

  • Un bambino sparito dopo scuola è stato ritrovato dopo ore di ricerche

  • Il sindaco Brugnaro risponde alle polemiche di Celentano: «L'ho invitato qui»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento