menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vincono una causa contro il Fisco, e chiedono risarcimento milionario

Due fratelli ristoratori, uno titolare di un locale in Riviera del Brenta, si sono affidati ad una strategia difensiva che metteva in luce gli errori dell'Agenzia

Un caso destinato a fare giurisprudenza, come si suol dire. Come riporta il Gazzettino, infatti, attraverso una nuova strategia difensiva, due fratelli hanno vinto la propria battaglia contro l'Agenzia delle entrate. Una sentenza della Commissione regionale di Venezia ha annullato gli accertamenti fatti dall'Agenzia stessa contro i ristoranti dei due, uno nella Riviera del Brenta e l'altro nel Padovano, condannandola a rifondere le spese legali di primo e di secondo grado.

L'avvocato dei ristoratori, Federico Veneri, nella sua difesa ha criticato apertamente il metodo usato nell'accertamento e le relative risultanze, mentre l'azione giudiziaria ha fatto risultare errori e responsabilità imputabili agli accertatori del Fisco. Il legale ha quindi voluto responsabilizzare proprio i funzionari dell'Agenzia, rei di aver utilizzato dei metodi poco consoni, chiamandoli a testimoniare, senza la protezione dell'ente per cui operano.

Nel mese di ottobre, già la commissione tributaria di primo grado di Padova aveva ritenuto non completamente consono il metodo di accertamento adottato dall'Agenzia delle entrate, ma aveva comunque deciso di applicare le tasse in via equitativa. La nuova sentenza ha annullato tutto, con la somma somma soddisfazione di Veneri, che ha specificato come i suoi due assistiti hanno intenzione di procedere con la domanda di risarcimento danni, che sarà a quanto pare milionaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento