Cronaca Fondamenta Misericordia

e-dock, la palina per la ricarica delle barche elettriche a Venezia

Ideata dalla società e-concept, rappresenta l'avvio di un progetto che punta a realizzare una rete di ricarica in tutta la città

Si chiama e-dock la prima infrastruttura per la ricarica della nautica elettrica a Venezia: una palina per l'ormeggio delle barche che funge anche da colonnina di ricarica e che, nell'intenzione della società che l'ha realizzata, e-concept, rappresenta «l'avvio del processo di elettrificazione del trasporto nautico veneziano». La palina è stata installata qualche giorno fa in fondamenta della Misericordia e l'inaugurazione ufficiale (in forma virtuale) è avvenuta stamattina, con la partecipazione, tra gli altri, del fondatore di e-concept, Claudio Iannelli, del provveditore Cinzia Zincone e di rappresentanti dei vari partner coinvolti: il Comune, Confindustria, Veritas, Vela ed Enel.

Il progetto: paline elettriche in tutta la città

Ora inizia una fase di test che durerà per alcuni mesi. Più avanti, se tutto andrà bene, altre paline dello stesso tipo saranno installate lungo i canali veneziani. Nel corso della presentazione è stato spiegato che e-dock «nasce per avviare una progressiva riduzione dell’impatto ambientale» e che il progetto è fatto su misura per la città, visto che «integra la tecnologia di ricarica elettrica nella palina tipica di ormeggio, con materiali riciclabili al 100%». «Grazie alla sua tecnologia, in linea con le direttive europee - spiega la società - e-dock ridurrà l'impatto ambientale del trasporto nautico a gasolio, fortemente inquinante». L'intento è dotare Venezia di una rete di ricarica che supporti la riconversione progressiva della nautica cittadina.

Riduzione dell'inquinamento

Per sostenere il progetto c'è anche una campagna di "equity crowfunding", una raccolta di fondi necessari alla ricerca. Da notare che e-dock è stato inserito nella proposta che ha permesso alla città di Venezia di essere selezionata tra le 126 città europee che partecipano al bando ICC - Intelligent City Challenge. L’assessore De Martin ha ricordato le varie iniziative in corso sul fronte della sostenibilità, considerato che il Comune di Venezia si è impegnato a preparare un piano di riduzione delle emissioni di CO2 almeno del 40% entro il 2030 e di "neutralità emissiva" entro il 2050. Tra gli altri ci sono l’elettrificazione della rete di trasporto pubblico al Lido e le due imbarcazioni elettriche di Veritas, una con compattatore e l’altra senza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

e-dock, la palina per la ricarica delle barche elettriche a Venezia

VeneziaToday è in caricamento