"EIUC e ALDE: l'Unione Europea e la risposta della comunità internazionale alle sfide attuali"

La conferenza, realizzata grazie alla collaborazione tra l’Alleanza dei Democratici e dei Liberali per l'Europa (ALDE) e il Centro Interuniversitario Europeo per i Diritti Umani e la Democratizzazione (EIUC), ha lo scopo di analizzare le minacce sistemiche mosse ai principi democratici, alla protezione dei diritti umani e al concetto di stato di diritto che l'Unione Europea (UE) - insieme ad altre organizzazioni internazionali - stanno fronteggiando e le azioni che possono essere intraprese per contrastarle

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeneziaToday

Riceviamo il comunicato e pubblichiamo: "La prima sessione della conferenza approfondirà principalmente il Titolo 1 (articoli 2 -7) del trattato UE - inclusi i diversi strumenti di azione a disposizione dell'Unione (politiche di finanziamento, attività legislativa, nuovi strumenti di governance) . Si parlerà altresì di come rendere realmente efficaci i meccanismi di intervento previsti dal "Quadro per salvaguardare lo Stato di diritto nell'Unione europea" adottato dalla Commissione Europea nel 2014 e la procedura di infrazione definita dall'articolo 7 del trattato. La seconda sessione si concentrerà sulle relazioni esterne dell'UE, e sul suo potenziale al fine di costruire alleanze globali (o farsi coinvolgere in alleanze già esistenti) che siano effettivamente in grado di difendere i valori che professano. Nella lista dei partecipanti: Angelika Mlinar, Parlamentare Europea - ALDE; Dzidek Kędzia, Presidente EIUC e Manfred Nowak, Segretario Generale EIUC; Ciara O'Brien, Presidente del Gruppo "Diritti Umani" (COHOM), Servizio europeo per l'azione esterna (EEAS); Rainer Münz, Consigliere in tema di Migrazione e Demografia dal Centro Europeo di Strategia politica (EPSC) dell'UE".

Torna su
VeneziaToday è in caricamento