Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Venezia terra di pontefici, Moraglia forse ospite a Roma per il conclave

Il capo della chiesa lagunare è ancora "solo" vescovo. La sua nomina a cardinale è ancora in corso per cui non potrà partecipare al voto. Ma una voce "ligure" lo vedrebbe bene Papa

Venezia nella sua specificità è città di patriarchi e cardinali che in tre casi nell'ultimo secolo sono saliti al soglio pontificio mostrando un evidente peso nelle decisioni del Conclave. La scelta di Benedetto XVI di lasciare la cattedra di San Pietro ha creato uno scenario inedito anche per l'attuale patriarca di Venezia, Francesco Moraglia, che è "solo" vescovo - era in attesa della porpora - e non potrà votare per il nuovo Papa anche se con buona probabilità sarà a Roma nel periodo delle consultazioni che precedono il voto.

In Conclave, invece, siederà il suo predecessore, Angelo Scola, oggi arcivescovo di Milano, che, durante il suo patriarcato aveva 'ospitato' Benedetto XVI per due giorni tra Venezia e Mestre nella primavera del 2011. Un altro patriarca e cardinale è Marco Cé, ritiratosi per anzianità e ineleggibile perché ultra-ottantenne. La storia della Chiesa veneziana è stata spesso e volentieri in aperto conflitto con Roma ma si deve risalire al lontano passato quando con la Lega di Cambrai voluta da Papa Giulio II, nel 1508, l'intera Europa del tempo combatté contro la Serenissima che uscì definitivamente sconfitta con la battaglia di Agnadello nel 1059.

Guardando alla storia di Venezia si contano 48 patriarchi (di cui un anti-patriarca durante l'occupazione napoleonica); si tratta di una carica che risale al 1451 quando la Serenissima assorbì il titolo dalla città di Grado. Dei 48 patriarchi di Venezia, oltre a monsignor Moraglia, solo Carlo Agostini fu vescovo perché la sua nomina a cardinale giunse a poche ore dalla sua morte, avvenuta nel 1952. Tra i patriarchi di Venezia si segnalano Giuseppe Melchiorre Sarto, Papa Pio X, nella fine dell'ottocento, poi riconosciuto Santo.

Il patriarca Angelo Giuseppe Roncalli, scomparso nel 1958 e divenuto Beato, salì al soglio di San Pietro con il nome di Giovanni XXIII. Infine il patriarca Albino Luciani, papa Giovanni Paolo I (il Papa del sorriso), ebbe un breve pontificato di 33 giorni morendo in Vaticano il 28 settembre 1978. Per quest'ultimo è in corso la causa di canonizzazione. Santo fu anche Lorenzo Giustiniani, primo Patriarca di Venezia. (Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venezia terra di pontefici, Moraglia forse ospite a Roma per il conclave

VeneziaToday è in caricamento