Emergenza-casa: boom di richieste e di occupazioni abusive in città

Un dato interessante riguarda le isole veneziane: 266 domande per soli 18 alloggi. E poi ci sono gli abusivi negli alloggi Ater: 145 a Venezia

Una lunga fila di persone in lista d’attesa e un grande numero di casi di occupazioni abusive. L’emergenza-casa continua a tener banco nel Comune di Venezia, situazioni di grande disagio sono segnalate sia nel centro storico che in tutta la terraferma. Come riporta Il Gazzettino, sono ben 266 le domande per 18 alloggi dislocati tra Murano, Burano, Sant’Erasmo e Pellestrina. Le graduatorie si riferiscono al bando autorestauri per gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, tutti si mettono in fila per l’alloggio ma la domanda supera ampiamente l’offerta.

“L'alto numero di persone in graduatoria dimostra che i giovani vogliono restare nelle isole nonostante la fatica di vivere qui” ha commentato la delegata per Murano della municipalità di Venezia, Lucia Cimarosti, chiedendo che vengano snelliti i tempi burocratici. “Una famiglia non può attendere anni prima che gli venga assegnata una casa” ha aggiunto la Cimarosti.

C’è chi attende pazientemente che si liberi un posto in graduatoria e chi invece si butta a capofitto sugli alloggi vuoti occupandoli abusivamente. Ed è questo un altro aspetto molto delicato per Ater e Comune di Venezia: secondo i dati dell’azienda, gli alloggi occupati abusivamente in tutta la provincia sono 165 e ben 145 riguardano proprio il territorio comunale di Venezia, equamente suddivisi tra centro storico e terraferma.
     

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Cav: due anni di canone Telepass gratuito per i residenti di Venezia, Treviso e Padova

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 10 gennaio 2021, le previsioni segno per segno

  • Perché il Veneto rischia seriamente la zona rossa dopo il 15 gennaio

Torna su
VeneziaToday è in caricamento