menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Instagram - EnergyWithAfrica

Foto Instagram - EnergyWithAfrica

Luce all'università in Guinea grazie agli studenti del Levi. Ora la formazione

Continua il gemellaggio tra le scuole di Mirano e l'ateneo di Labè. Prima fase conclusa, ora tocca a "Energy with Africa": energia pulita e formazione tecnica per gli studenti africani

Il gemellaggio tra le scuole della cittadella di Mirano e il Centre Universitaire di Labé (Guinea Conackry) continua e si sviluppa ulteriormente: attiva dal 2014, la collaborazione tra gli istituti ha già portato nel marzo 2016 alla fornitura di illuminazione elettrica per la biblioteca e l’aula insegnanti del centro universitario africano. Ma i ragazzi delle scuole miranesi (Levi-Ponti, 8 Marzo-Lorenz e Majorana-Corner) non si fermano qui e danno il via alla fase numero 2: si chiama Energy with Africa e prevede un percorso di formazione a distanza sull’installazione e la manutenzione di impianti ad energia rinnovabile per un gruppo di docenti e studenti dell’università di Labè.

"Sono competenze indispensabili in un Paese come la Guinea - spiega il Comune di Mirano - che ha seri problemi di approvvigionamento elettrico ma soprattutto forte carenza di persone preparate per seguire impianti elettrici, in particolare fotovoltaici". Il progetto è per gli studenti delle scuole l’occasione per mettere in gioco le proprie competenze in un’azione di solidarietà internazionale, che ha "evidenziato il valore educativo dell’istituzione scolastica e favorito una significativa sinergia tra i tre istituti della cittadella". Così i ragazzi, con la loro iniziativa, rappresentano la speranza "che due comunità lontane e diversissime si possano incontrare partendo dai giovani, dalla scuola, dalla formazione, dalla voglia e dal bisogno di costruire il proprio futuro".

La presentazione ufficiale del progetto è prevista per sabato 18 marzo alle 9 all'istituto “Levi-Ponti” di Mirano: saranno presenti le dirigenti dei tre istituti, gli insegnanti direttamente coinvolti nel progetto, i rappresentanti delle Acli provinciali di Venezia e del Cesvitem, partner del progetto, e la sindaca di Mirano Maria Rosa Pavanello. Nella fase precedente (che si chiamava Energy for Africa) gli studenti avevano progettato un impianto fotovoltaico, raccolto i fondi tramite iniziative di solidarietà, acquistato i materiali necessari e assemblato il tutto. Infine una delegazione di docenti e allievi del Levi-Ponti aveva provveduto all’installazione dell’impianto direttamente a Labè nel Centre Universitaire. Informazioni su energywithafrica.it

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

I volontari si prendono cura del forte Tron

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento