Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca Musile di Piave

In bici con l'eroina, ingoia la droga e aggredisce i carabinieri

Un nigeriano arrestato a Musile per detenzione di stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale

È stato incrociato lunedì mattina in sella ad una bicicletta lungo una delle strade principali di Musile di Piave. Alla vista di una pattuglia ha accelerato la pedalata e così i carabinieri, appartenenti al Norm di San Donà, hanno deciso di bloccarlo per accertamenti. Operazione non facile: il giovane, nigeriano 22enne, si è portato un pacchettino alla bocca e lo ha ingoiato, dopodiché ha cercato in tutti i modi di opporsi al controllo. Ci è voluta parecchia fatica per neutralizzarlo, con i militari leggermente feriti (più tardi sono stati giudicati guaribili con prognosi di 4 giorni).

Spaccio

A quel punto il giovane è stato accompagnato in ospedale per l'espulsione della sostanza ingerita: le operazioni sono proseguite per oltre 24 ore, fino alla mattinata di ieri, quando l’evacuazione ha rivelato la presenza di cinque involucri contenenti 4 grammi di eroina. Il pusher ha trascorso la notte nelle camere di sicurezza della compagnia fino al processo, avvenuto stamattina, che ha avuto come esito la condanna a un anno di reclusione con sospensione condizionale della pena.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In bici con l'eroina, ingoia la droga e aggredisce i carabinieri

VeneziaToday è in caricamento