rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca

"Incidente" tra Gran Turismo e Actv Protezione civile in esercitazione

Venerdì mattina uno sontro con feriti e dispersi è stato inscenato al largo degli Alberoni. I "problemi" continueranno anche sabato e domenica

Un fortissimo nubifragio con raffiche di vento fino a 60/70 nodi; una marea eccezionale che raggiungerà i 172 centimetri; un incendio boschivo causato dal forte vento; un grave incidente tra un mezzo Actv e un lancione Gran Turismo, con numerosi feriti e dispersi in mare. Questo e altro ancora succede - per fortuna solo come simulazione – venerdì, sabato e domenica a Pellestrina e San Pietro in Volta. Sarà una esercitazione distrettuale di Protezione civile infatti, quella che si svolgerà nel fine settimana nell'isola lagunare, per testare la risposta operativa del sistema di Protezione civile comunale, in una situazione di grande impatto sulla popolazione e in un'area particolare quale quella insulare.

INCIDENTE IN LAGUNA – Il primo scenario, quello di venerdì mattina, raffigurava uno scontro tra un vaporetto Actv e un lancione. Decine i feriti, qualche disperso tra le acque della laguna. L'allarme fittizio è suonato alle 11.30 e subito sono partiti i soccorsi in direzione degli Alberoni. I protagonisti delle operazioni sono stati Guardia Costiera, Capitaneria di Porto e 118, per il recupero dei feriti e la ricerca dei dispersi. La Protezione civile ha allestito un punto medico di primo soccorso nei pressi del pontile Actv di Santa Maria del Mare. I feriti, dopo essere stati assistiti per le prime cure nel punto medico di primo soccorso, sono stati ora trasferiti all'Ospedale civile di Venezia. Le imbarcazioni coinvolte nell'incidente sono state nel frattempo trainate da rimorchiatori nei loro depositi.

Esercitazione di Protezione civile, tutte le foto

TUTTI ASSIEME - “Litorale 2013”, questo il nome dell'esercitazione, vedrà gli sforzi congiunti di molte istituzioni locali: oltre al Comune con vari servizi interessati, la Prefettura, la Regione, la Provincia, l'Unità operativa centrale 118 Mestre, i Vigili del Fuoco, l'Arma dei Carabinieri, la Capitaneria di Porto, Actv; molte anche le associazioni: Agesci (Guide e Scout cattolici), Associazione Cinofila Soccorso San Marco, Cngei (Giovani esploratori ed esploratrici italiani), Ari (Radioamatori della sezione di Venezia e di Mestre), Guardia costiera ausiliaria e volontaria, Croce Verde Mestre, Associazione nucleo di Protezione civile Lido.

SCENARI ESTREMI - “L'ira degli dei che simuliamo si abbatta a Pellestrina – ha esordito scherzosamente l'assessore Ghetti – serve a testare tutta l'operatività della Protezione civile. Essa rappresenta una forza a disposizione della cittadinanza, formata da volontari generosi e competenti, che ringrazio già da ora a nome della città, assieme a tutti gli enti e alle associazioni che parteciperanno a questo grande sforzo organizzativo”. Ghetti ha sottolineato l'importanza dell'esercitazione distrettuale – la più imponente che si sia fatta a tale livello – in cui si misurerà l'efficacia dell'azione, la tempestività e l'organizzazione della Protezione civile comunale. “Sono scenari estremi quelli che simuleremo, ma in realtà già accaduti e che possono accadere ancora – ha precisato Calligaro, soffermandosi sul fatto che l'ambiente insulare, poiché difficilmente raggiungibile, sarà una ulteriore prova per testare i tempi di reazione della macchina dei soccorsi.

SEMPRE CONNESSI - Importante anche lo sforzo per informare la popolazione, come ha ribadito Collini nel suo intervento. La Protezione civile attiverà infatti un sistema di messaggistica ad iscrizione gratuita (basta inviare un sms al 342 4141041 con la scritta “emergenza on”), dove saranno date informazioni sul corso degli eventi. Così come il sito Internet comunale e l'Ufficio Stampa attiveranno, nel corso delle giornate, i protocolli della comunicazione d'emergenza alla popolazione, con messaggi sul sito e sui social network (hashtag #esercitazione2013).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Incidente" tra Gran Turismo e Actv Protezione civile in esercitazione

VeneziaToday è in caricamento