Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lagunari a San Marco per il 33° anniversario. Brugnaro: "Grazie, orgogliosi di voi" - VIDEO

 

Si è svolta venerdì, a Piazza San Marco, la cerimonia per il 33. anniversario della costituzione della specialità Lagunari, alla presenza del capo di Stato Maggiore dell'Esercito, Danilo Errico, del comandante della Divisione Friuli, Carlo Lamanna, del decano della specialità Lagunari, Arturo Nitti e del comandante della Brigata Pozzuolo del Friuli, Ugo Cillo.

Dopo la resa degli onori da parte del comandante del reggimento Lagunari "Serenissima", Massimiliano Stecca, il capo di Stato Maggiore ha aperto il suo intervento rivolgendo un commosso pensiero ai caduti di ogni epoca e luogo e abbracciando idealmente le famiglie. Ha continuato, poi, sottolineando come i Lagunari siano "una pedina operativa unica nel suo genere, flessibile, moderna e fondamentale per un esercito sempre più impegnato in Italia e all'estero, grazie alla loro capacità di agire con efficacia in qualsiasi ambiente, soprattutto in operazioni anfibie, fluviali e lacustri che richiedono preparazione fisica e professionale non comuni. Qualità queste - ha poi aggiunto - confermate dagli impieghi operativi del reggimento in Libano, Iraq e Afghanistan cui si aggiunge il contributo per gli interventi di pubblica utilità e di concorso all'ordine pubblico che si concretizzano nell'operazione Strade Sicure".

"Venezia deve continuare a essere una delle città più sicure del mondo, e questo anche grazie al vostro presidio". Così il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, dal palco allestito in piazza San Marco in occasione della cerimonia del XXXIII anniversario del riconoscimento della specialità dei Lagunari: "Un ringraziamento sincero - ha detto - da parte delle persone che difendete tutti i giorni. Ci state aiutando molto, abbiamo un affetto profondo per voi".

ll riconoscimento della specialità venne sancito il 25 giugno 1984, con decreto del ministro della Difesa, completando un percorso iniziato nel 1951 con la costituzione del “settore forze lagunari”, cui spettava il compito di difendere l’area litorale veneta durante la guerra fredda. Oggi i lagunari costituiscono l’unica unità di fanteria leggera dell’esercito italiano con capacità anfibia e sono in grado di operare nell’ambiente terrestre come forze di fanteria leggera e in contesti a connotazione anfibia come forze da sbarco.

Attualmente i lagunari sono impiegati, in territorio nazionale, con circa 200 uomini nell'operazione “Strade Sicure” nelle città di Venezia, Padova e Roma. Una unità a livello compagnia è impiegata in Iraq nell’operazione “Prima Parthica” con il compito di addestrare le forze di sicurezza curde ed irachene.

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeneziaToday è in caricamento