menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fanno saltare il bancomat, ma stavolta il colpo non va a buon fine

I banditi dopo lo scoppio sono dovuti fuggire dalla filiale della Banca Popolare di Verona di San Michele al Tagliamento a mani vuote

Stavolta l'assalto al bancomat non è andato a buon fine. Non come nella notte tra il 4 e il 5 novembre scorso, quando i malviventi riuscirono a portarsi via 25mila euro facendo saltare lo sportello automatico della filiale di San Michele al Tagliamento del Banco Popolare di Verona, in via Marango.

Il tentato colpo sempre di notte, ma in questo caso la potenza della deflagrazione non è stata sufficiente a scardinare la struttura del bancomat. Così i malvienti sono dovuti risalire in tutta fretta sulla loro automobile e scappare via prima dell'arrivo dei carabinieri, intervenuti per i rilievi.

IL COLPO PRECEDENTE BOTTINO 25MILA EURO

L'allarme, come qualche mese fa, è stato lanciato dall'inquilino dell'appartamento al piano immediatamente superiore alla banca. Ormai quasi "abituato" a svegliarsi di soprassalto per colpa dei banditi. A differenza del primo colpo, però, non avrebbe fornito ai militari dell'Arma molti elementi utili alle indagini. A novembre aveva scorto dalla finestra un'auto scura fuggire nell'oscurità.

Limitati i danni alla cassa continua, che si sarebbe in parte "gonfiata" a causa dello scoppio causato dalla classica miscela di gas acetilene.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento