Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca Giudecca / Isola di San Giorgio Maggiore

Esposizioni, convegni e ricerca: la Fondazione Cini nel 2014 "rilancia"

Approvato il programma del prossimo anno dell'associazione. Interventi per l'apertura di Palazzo Cini a San Vio. Mostre e gotha della cultura

Un convegno internazionale per i sessant'anni dell'Istituto di Storia dell'Arte, un appuntamento dedicato alla Cambogia, con il Balletto Reale Cambogiano e le fotografie di Terzani, una prima esecuzione mondiale delle Cantate ritrovate di Stradella, due mostre de "Le Stanze del Vetro" e un nuovo Premio di traduzione poetica dedicato a Benno Geiger: sono alcune delle novità del calendario di avvenimenti culturali per il 2014 promossi dalla Fondazione Giorgio Cini di Venezia.

Oltre ai nuovi importanti progetti espositivi, sono previsti 20 tra convegni e giornate di studio, sei seminari, cinque concerti, quattro eventi spettacolari e un premio, oltre a quindici borse di studio e più di venti pubblicazioni. I programmi sono stati lunedì approvati dal Consiglio generale della Fondazione veneziana, presieduto da Giovanni Bazoli.

Ricca la proposta espositiva. Con due nuove mostre proseguirà l'attività de 'Le Stanze del Vetro': dal 5 aprile al 3 agosto una rassegna dedicata a due artisti veneziani contemporanei, Laura de Santillana e Alessandri Diaz de Santillana, a cura di Martin Bethenod; la seconda, a cura di Marino Barovier, sarà dedicata alle creazioni dell'architetto e designer lombardo Tomaso Buzzi (1900-1981) per la vetreria Venini. Un ulteriore evento sempre per Le Stanze del Vetro, è in fase di progettazione per giugno, in concomitanza con la Biennale di Architettura.

Proseguiranno poi i lavori preparatori per la mostra 'Mindful hands: capolavori della miniatura italiana della Fondazione Cini'. Saranno avviati anche una serie di interventi finalizzati alla riapertura di Palazzo Cini a San Vio. L'obiettivo è quello di assicurare la regolare apertura della galleria di Palazzo Cini per almeno sei mesi all'anno. Anche nel 2014 la 'Cini' intende consolidare quindi la propria missione scientifica grazie all'attività dei suoi istituti e centri di ricerca, con l'organizzazione di convegni, giornate di studio e seminari, sia con iniziative dedicate alla riflessione sull'attualità - politica, culturale e sociale -, caratterizzate da un approccio multidisciplinare e interculturale. (Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esposizioni, convegni e ricerca: la Fondazione Cini nel 2014 "rilancia"

VeneziaToday è in caricamento