menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il gabbiotto a San Marco fotografato dal ministro Bray

Il gabbiotto a San Marco fotografato dal ministro Bray

Gabbiotto a piazzale Roma, grillini: "Lo pagheremmo a peso d'oro"

Il M5S attacca l'idea di espropriare un marciapiede nel terminal per posizionarci un infopoint: "Esborso da 700 euro al metro quadro"

Un "gabbiotto" non più a San Marco ma a piazzale Roma. Un infopoint su un'area pedonale con vialetto, panchine e alberi che però non va giù al Movimento Cinque Stelle, che a dicembre ha presentato una osservazione a una delibera approvata dalla Giunta comunale nei mesi scorsi sull'esproprio di un'area del terminal automobilistico "di proprietà della Generali Properties spa", dichiarano i grillini.

Un acquisto che viene giudicato "a peso d'oro", di quasi 700 euro al metro quadro. "Si tratta di quella porzione, a sud-est del piazzale, occupata dalla cooperativa Trasbagli per il carico e scarico di valigie dalle barche ormeggiate nel canale di Sant'Andrea", sottolinea il Movimento Cinque Stelle nell'osservazione. Parte delle attività della ditta si sarebbero spostate però al Tronchetto. Da qui l'idea di Ca' Farsetti di acquisire il marciapiede (che sorge in un'area pedonale) per posizionarci un infopoint, panchine, alberi e un'area di carico e scarico per chi ha la barca nel canale di Sant'Andrea.

Un'opzione finita nel mirino dei grillini, soprattutto per l'esborso di risorse pubbliche: secondo i calcoli del partito, infatti, il costo dell'acquisizione dell'area espropriata da 672 metri quadri sarebbe di 324.500 euro, con un prezzo al metro quadro di 699,3 euro. "A peso d'oro", attacca il M5S, che tutti i propri dubbi li ha inseriti nell'osservazione alla delibera che dovrà passare al vaglio del Consiglio comunale. "L’area potrebbe valere all’incirca 25/30 euro al metro quadro se confrontata con i costi di terreni similari", secondo i Cinque Stelle. Tra acquisizione del "reliquato", cioè della porzione di area non espropriata, l'importo complessivo dei lavori di sistemazione e spese di esproprio si arriverebbe a una cifra di 685.198,12 euro totali. "Il M5S sollecita l’amministrazione comunale a riconsiderare il progetto che ha deliberato e immaginare interventi più economici", conclude il movimento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento