Scarcerato e rimpatriato uno degli autori della rapina alla sala slot di Spinea nel 2017

In quattro entrarono nell'Admiral Club di via Roma e puntarono una pistola contro la dipendente. Due furono catturati subito, gli altri nei giorni successivi

La rapina ripresa dalle telecamere interne

È stato scarcerato (a conclusione della pena), e subito portato al centro per il rimpatrio di Torino, uno dei responsabili di una rapina a mano armata messa a segno nel marzo 2017 all'Admiral Club di Spinea. Si tratta di un tunisino di 51 anni, Neji Fatnassi: gli agenti della questura lo hanno atteso ieri all'uscita dal carcere di Venezia e accompagnato in Piemonte in vista dell'espulsione, in quanto irregolare sul territorio nazionale.

Rapina a mano armata

Entrato in Italia nel 1988, l'uomo ha vissuto fra le province di Brescia e Venezia, collezionando diverse condanne per spaccio di droga, ricettazione, uso di atto falso, porto abusivo di oggetti atti ad offendere; l’ultima arrivò per l'episodio di Spinea, avvenuto il 6 marzo 2017, in cui il tunisino era entrato in azione assieme a tre complici. Avevano fatto irruzione nel locale, puntando una pistola contro la dipendente e facendosi consegnare i soldi; poi erano fuggiti, ma la polizia era già nei dintorni: due di loro (un italiano e un romeno) furono presi subito, un terzo (tunisino) fu raggiunto il giorno dopo e l'ultimo, Fatnassi, fu arrestato nei giorni successivi. Il complice connazionale aveva finito di scontare la pena a marzo 2019 e anche lui era stato rimpatriato con volo da Venezia a Tunisi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sabato il "bis"

La stessa sala slot è stata nuovamente rapinata pochi giorni fa, all'alba di sabato 28 settembre: stavolta hanno fatto irruzione in tre, sempre con un'arma, e hanno chiuso una dipendente nello sgabuzzino prima di fuggire con alcune centinaia di euro. Sono in corso le indagini per identificare i responsabili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa succede al corpo se si eliminano i carboidrati?

  • Elezioni comunali Venezia 2020: liste, simboli e candidati

  • Vittoria di Brugnaro, sarà sindaco di Venezia per altri cinque anni

  • Elezioni 2020: Zaia storico sfiora il 77%, la sua civica al 44,63%

  • Sei comuni rinnovano il sindaco e il Consiglio: i risultati

  • Schianto in macchina nella notte, morto un ragazzo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento