menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Evade più volte dai domiciliari, pusher di Favaro finisce in carcere

E' un 20enne marocchino che ha violato sistematicamente l'obbligo di dimora. I carabinieri hanno informato il giudice, che ha inasprito la pena

Non gli era bastata la misura degli arresti domiciliari, che il marocchino di 20 anni stava scontando per il reato di spaccio di droga: la sua abitazione di Favaro Veneto gli stava evidentemente stretta, e lui aveva deciso a più riprese di uscire di casa e andarsene a spasso incurante delle prescrizioni imposte.

Ma le sue "scappatelle" non sono passate inosservate ai carabinieri della stazione di Favaro, che lo hanno tenuto sotto stretta sorveglianza giorno e notte. I militari hanno registrato tutte le violazioni del ragazzo, stilando un'informativa che poi hanno consegnato al giudice. Inevitabile a quel punto la decisione del magistrato di inasprire la pena: il giovane è stato rintracciato, di nuovo al di fuori della sua abitazione, arrestato e portato in carcere.

L'operazione fa parte di un vasto piano di interventi tra Mestre e periferia, che nei giorni scorsi ha portato all'esecuzione in totale di 2 arresti e 11 denunce per reati vari. Decine le pattuglie impegnate nel contrasto alla micro criminalità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
  • Attualità

    L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento