menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un anno dal disastro: Andrea sfida il tornado camminando sul filo sopra il Naviglio

Venerdì prossimo anniversario del ciclone che sconvolse la Riviera del Brenta. Ci sarà una maratona artistica per rivitalizzare i luoghi feriti. "Marcia spontanea" dal municipio di Dolo

"Con gli occhi al cielo", questo lo slogan dell'evento organizzato a un anno dal tornado che ha devastato la Riviera del Brenta. Stavolta il cielo non sarà più minaccioso come l'8 luglio di 12 mesi fa. Anzi, sarà uno spettacolo: perché il funambolo Andrea Loreni attraverserà il Naviglio camminando su un filo, quasi a sfidare ciò che è stato. A infondere speranza in chi ancora deve leccarsi le ferite dovute al ciclone. Tra una settimana, l'8 luglio, riaprirà a Dolo il cantiere de "L'Isola  delle Meraviglie", il progetto iniziato nel 2005 e interrotto nel 2009. Si tratta di un progetto culturale promosso dall'amministrazione comunale assieme con la Regione Veneto, la fonazione di Comunità Riviera-Miranese. L'evento è curato da Echidna, che ha allestito una maratona artistica che dalle 21 alle 23.30 di venerdì prossimo ripopolerà i luoghi più significativi di Dolo e dell'Isola Bassa. 

GLI EVENTI ORGANIZZATI A UN ANNO DAL TORNADO

Tutti gli artisti che interverranno sono tra quelli che, negli anni precedenti e in varie edizioni, hanno caratterizzato un programma di interpretazione e valorizzazione dei luoghi attraverso le arti performative e l’arte scenica. Da Silvia Gribaudi con la sua danza-comica, una sorta di presa in giro del corpo delle donne, a Laura Moro con sei donne performer che attraverseranno la piazza scandendo una marcia fatta di gesti e rumori; da Alessandro Rossi e Marianna Batelli che ripresenteranno una performance surreale e divertente con la quale hanno partecipato come finalisti al Premio Danza d’Autore promosso dalla Regione del Veneto nel 2009 alle danzatrici della compagnia Naturalis Labor guidate da Silvia Bertoncelli che affrontano il tema del ruolo delle donne nella grande guerra attraverso quadri danzati ed agiti tra il pubblico. 

SABATO 9 LUGLIO LA NOTTE BIANCA

Spetterà alla marching band "I Carichi" accompagnare il pubblico ai vari angoli di piazza Cantiere con musiche funk, ska, reggae e blues. La serata si concluderà con la traversata di Andrea Loreni. Partirà da piazza Cantiere per attraversare il Naviglio, congiungendo l’Isola Bassa con la terraferma. Il programma è inserito nel Progetto A>Utopie 2016 promosso dalla Regione del Veneto e dai 14 Comuni aderenti tra Riviera del Brenta e Miranese per la cui realizzazione contribuiscono in maniera fondamentale i partner storici quali la Regione del Veneto e la Fondazione di Comunità Riviera del Brenta–Miranese.

"Il prossimo 8 luglio - commenta in una nota l'amministrazione comunale - vuole essere un momento di ripartenza. Abbiamo scelto di ricominciare da una delle eccellenze che hanno caratterizzato la nostra città nel corso degli anni. Abbiamo voluto allestire una rassegna culturale in un unico giorno proprio per sottolineare l’eccezionalità non soltanto di quanto accaduto ma anche della forza dimostrata da tutti i dolesi nella loro straordinaria reazione al tornado di un anno fa. Sindaco e amministrazione aspettano i cittadini alle 20 di venerdì nei pressi del Municipio, per poter raggiungere insieme i luoghi dell’Isola Bassa dove si svolgeranno gli spettacoli".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

L'isola di Santa Maria delle Grazie può uscire dall'abbandono

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento