rotate-mobile
Cronaca Dolo

Il sindaco di Dolo preoccupato: "Dove vanno i soldi degli eventi pro-Riviera?"

Il primo cittadino Polo ha convocato tutte le associazioni coinvolte. La paura è che ci sia una disorganizzazione nella distribuzione del ricavato

Dopo il "mai paura day" con il record di presenze ed incassi, dopo che i noti attori Marco Paolini e Natalino Balasso hanno deciso di fare uno spettacolo assieme per "aiutare" la Riviera, a smorzare l'entusiasmo dei continui eventi di solidarietà ci ha pensato il sindaco di Dolo. Perché non basta la voglia di aiutare, serve anche organizzazione. Sono centinaia gli eventi che si presentano come "pro Riviera", ma effettivamente dove finiscono i soldi raccolti? Domanda cui è necessario rispondere, se non altro per far sì che nessuno abbia da ridire.

Come riporta Il Gazzettino, infatti, il primo cittadino Alberto Polo sembra essere preoccupato per il dilagare di eventi e manifestazioni che si stanno creando a favore della Riviera, tanto che avrebbe deciso di convocare in Municipio tutte le associazioni che si stanno adoperando per la creazioni di concerti e spettacoli. La preoccupazione deriva principalmente per il dilagare di iniziative spontanee e non concordate o comunicate.

Nessun diktat, ma solamente la voglia di fare chiarezza per evitare possibili polemiche sulla destinazione dei fondi raccolti. L'obiettivo è quindi quello di evitare che qualcuno si sostituisca alle autorità decidendo autonomamente dove destinare i soldi. Sulla stessa linea anche il presidente dell'associazione Famiglie Tornado 8/7/2015, che rappresenta quei 150 nuclei colpiti dalla calamità. All'associazione fino ad ora sono giunti 22 mila euro, una cifra considerevole ma che sarebbe ben distante dall'ammontare del ricavato totale di tutte le iniziative intraprese finora.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco di Dolo preoccupato: "Dove vanno i soldi degli eventi pro-Riviera?"

VeneziaToday è in caricamento