rotate-mobile
Cronaca Lido

L'ex ospedale al Mare sarà parco di ricerca nella sanità digitale

Cassa Depositi e prestiti ha accettato l'offerta dell'imprenditore tedesco Frank Gotthardt, fondatore e presidente di CompuGroup Medical. «Diventerà centro di attrattività di talenti e capitali, e un volano per la valorizzazione del Lido»

Ex Ospedale al Mare al Lido di Venezia: accettata l’offerta di acquisto presentata da Frank Gotthardt. Il Progetto "Mare" promosso dall’imprenditore tedesco Frank Gotthardt, fondatore e presidente di CompuGroup Medical, prevede la riqualificazione sostenibile dell’area attraverso la realizzazione di un parco tecnologico dedicato all’innovazione e alla ricerca nella sanità digitale.

«Il polo tecnologico e scientifico eHealth Technopark - si legge - vuole divenire un centro di attrattività di talenti, competenze e capitali, italiani ed internazionali, e rappresentare un volano per la valorizzazione del Lido, la crescita della città e della regione Veneto. L’intervento è volto a favorire sinergie con imprese, startup, istituzioni e università Venezia».

L'offerta qualche mese fa era stata portata all'attenzione della Cassa depositi e prestiti (Cdp) Immobiliare Sgr. La proprietà situata nell’area nord del Lido in prossimità dell’aeroporto Nicelli, si estende su una superficie complessiva di oltre 48 mila metri quadrati a fa parte del portafoglio Fondo Investimenti per la Valorizzazione (Fiv), Comparto extra, gestito da Cdp Immobiliare Sgr. L’obiettivo di Gotthardt, fondatore e presidente di CompuGroup Medical, con un fatturato di 1,025 miliardi di euro (2021) (presente in 56 paesi nel mondo con oltre 8.500 dipendenti, più di 600 in Italia), è quello di dare vita al progetto Mare.

È un parco tecnologico (eHealth Technopark) dedicato all’innovazione e alla ricerca nella sanità digitale e finalizzato allo sviluppo, applicazione e commercializzazione di applicazioni innovative e di intelligenza artificiale per il settore medicale. L’intervento ha lo scopo di realizzare un polo tecnologico e scientifico d’eccellenza a livello locale e nazionale, che possa essere un centro di attrazione di talenti, competenze, risorse e capitali, sia nazionali che internazionali. La volontà di Frank Gotthardt è, inoltre, quella di rendere l’eHealth Technopoark un ambiente di lavoro e ricerca innovativo, focalizzato sulla sanità digitale, con un’attenzione particolare a un’elevata qualità della vita privata e professionale.

Un luogo dove università, ricercatori, aziende, startup e spin-off del mondo accademico possano lavorare assieme per contribuire allo sviluppo del settore sanitario italiano. Il progetto prevede anche il recupero di spazi ad accesso pubblico, edifici e aree verdi, già presenti nell’ambito della riqualificazione al Lido. Mare restituirà alla comunità luoghi storici quali il Teatro Marinoni e la chiesa di Santa Maria Nascente, già contemplati dal primo piano di riqualificazione dell'area ospedaliera, a cura di Cdp e i resort Th più un altro a 5 stelle gestito da Club Med. Meno certo al momento è il destino del Monoblocco, (ex Padiglione Rossi), il mantenimento dei servizi sanitari oggi presenti e della piscina coperta.

«Ho dedicato tutta la mia vita alla ricerca e allo sviluppo delle tecnologie più innovative per sostenere gli operatori sanitari e garantire migliori condizioni di salute alle persone, perché credo fermamente che le corrette informazioni mediche, nel posto giusto al momento giusto, possano salvare la vita, prevenire le sofferenze e aiutare a curare le malattie - afferma Frank Gotthardt, promotore del progetto Mare - Ed è da questa visione che nasce l’idea dell’eHealth Technopark». Il progetto ha l'obiettivo di ricollegare e ampliare l’originaria vocazione dell’area dell’ex ospedale al Mare. «Negli anni Trenta era destinato alla cura di migliaia di persone ogni anno - prosegue Gotthardt - quindi, presto, Mare aiuterà centinaia di migliaia di persone in tutto il mondo».

Frank Gotthardt, l'imprenditore tedesco è nato il 28 agosto 1950 a Siegen, in Germania. Ha studiato informatica a Bonn ed è sposato con Brigitte Gotthardt. Fu proprio sua moglie a far conoscere i vantaggi che l’intelligenza informatica avrebbe potuto offrire in termini di un migliore supporto nelle cure mediche e grazie alla quale, i medici avrebbero usato il loro potere per guarire i pazienti piuttosto che per compiti amministrativi. Ha costruito da zero CompuGroup Medical con sede a Coblenza. Oggi quotata alla Borsa di Francoforte, è una delle società leader a livello mondiale nella sanità digitale con un fatturato di 1.025 miliardi nel 2021. Frank Gotthardt, pioniere della ricerca scientifica applicata alla trasformazione digitale, ha deciso di scommettere sulle potenzialità del Lido di Venezia.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ex ospedale al Mare sarà parco di ricerca nella sanità digitale

VeneziaToday è in caricamento