Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca San Donà di Piave

L'ex tribunale di San Donà riprende vita grazie a Ulss 4: oggi il taglio del nastro

Da oggi ospita il dipartimento di Prevenzione e il Distretto Sociosanitario unico dell'azienda sanitaria del Veneto Orientale

Con il taglio del nastro da parte dell’assessore regionale alla Sanità Manuela Lanzarin, affiancata dal direttore generale di Ulss 4 Mauro Filippi e dal sindaco Andrea Cereser, l’ex tribunale di San Donà è tornato al servizio della popolazione. Il "palazzo di vetro" considerato fin dalla nascita un simbolo architettonico cittadino per la proprie caratteristiche, inattivo dal 2013, è stato acquisito dall'azienda sanitaria per 3 milioni di euro per diventare sede del dipartimento di Prevenzione e del Distretto Sociosanitario unico.

Il palazzo è costituito da 4 piani da circa 750 metri quadrati di superficie ciascuno; è provvisto di un piano interrato da 1600 metri quadrati, di cui 840 destinati a parcheggio per il personale dipendente e 280 ad archivio ed altri per vani tecnici. Al piano terra sono state dislocate le attività che richiedono l’accesso diretto del pubblico con relative sale d’attesa, come l’anagrafe sanitaria del distretto e gli ambulatori dei servizi vaccinali e dei veterinari del dipartimento di prevenzione, ad ingresso separato.

Al primo piano ci sono gli uffici amministrativi del distretto sanitario con l'Assistenza domiciliare integrata e la Centrale operativa territoriale (COT). Al piano secondo il servizio di "contact tracing" e la sede del Servizio di igiene e Sanità pubblica, e al terzo piano uffici dello Spisal, del servizio veterinario, del servizio screening e della medicina legale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ex tribunale di San Donà riprende vita grazie a Ulss 4: oggi il taglio del nastro

VeneziaToday è in caricamento