menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Geloso dell'ex, non accetta la fine della loro storia: la minaccia e le rende la vita un inferno

Gli episodi prevaricatori hanno inizio dopo la fine della relazione, nell'autunno del 2017. L'uomo, milanese con un'attività a Venezia, dovrà sostare ad almeno 300 metri dalla donna

Non aveva accettato la fine della loro storia, e da allora si era reso protagonista di atti di prevaricazione e violenze nei confronti della donna. A seguito delle indagini dei carabinieri di Mestre, A.A., 64enne del Milanese ma domiciliato a Venezia, dove gestisce un'attività, non potrà avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla ex compagna, oggi 49enne. La misura cautelare è scattata per le costanti vessazioni subite dalla donna, che non poteva vivere tranquillamente la propria quotidianità, in uno stato di angoscia e timore perenni.

La vicenda

La storia ha inizio circa 5 anni fa, quando la vittima, allora 44enne, si reca in visita all'attività commerciale dell'uomo. Anche lei titolare di un negozio in città, ben presto i due intrecciano le proprie vite sentimentali in una storia che finisce nell'autunno del 2017. È la donna ad interrompere la relazione, a causa dei comportamenti gelosi e possessivi dell'uomo, che in alcune circostanze rasentavano anche la violenza. Incapace di accettare la fine della storia, il 64enne ha cominciato a pedinarla, continuando nei propri atteggiamenti minacciosi e violenti anche quando la ex aveva cominciato a frequentare un'altra persona.

La denuncia

Passano i giorni e per la donna è difficile condurre una vita normale, costretta a far fronte alle intemperanze dell'uomo che si spingeva al punto di pedinarla, insultarla e minacciarla. In alcune circostanze impedendole anche di entrare nel suo stesso negozio. A quel punto la donna, terrorizzata che la situazione potesse ulteriormente degenerare, ha cominciato a girare scortata da un amico, richiedendo anche l'intervento delle forze dell'ordine per accedere al proprio negozio. Poi è scattata anche la denuncia alla "Stanza tutta per sé", inaugurata dai militari dell'Arma della terraferma per prestare soccorso alle donne vittime delle prevaricazioni degli uomini. A seguito degli accertamenti svolti dai carabinieiri, quindi, il pm ha convalidato la misura cautelare che impone all'uomo di sostare a non meno di 300 metri dalla ex e dalla sua attività commerciale. A questo si aggiunge il divieto di comunicazione con la donna.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento