menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Ultraslansi - Wikipedia

Foto Ultraslansi - Wikipedia

Non paga gli alimenti per la figlia: in arresto Fabio Bilica, ex difensore del Venezia

Le manette - scrive l'Ansa - sono scattate in Brasile lunedì. Potrà evitare la detenzione se pagherà subito il dovuto. Non è la prima volta che l'ex calciatore ha guai con la giustizia

Fabio Bilica torna al centro delle "attezioni" della legge: scrive l'agenzia Ansa che il difensore brasiliano, che in Italia ha vestito le maglie di Venezia, Palermo, Brescia e Ancona, è stato arrestato martedì in Brasile per il mancato pagamento degli alimenti per una figlia. In passato Bilica dovette lasciare la Sicilia per essersi "compromesso" con una ragazza originaria dell'isola, dalla quale ha avuto una bambina. Attualmente è disoccupato dopo l'esperienza in Turchia (Fenerbahce ed Elazigspor). L'arresto è avvenuto in una località nei paraggi di Joao Pessoa, capitale dello stato del Paraiba: ora dovrà trascorrere in carcere almeno 60 giorni, secondo quanto ha disposto il pm che si occupa del caso. Eviterà la detenzione solo se pagherà immediatamente tutto il dovuto.

Non è la prima volta che l'ex giocatore, oggi 37enne, viene arrestato. Nel 2000, quando aveva appena 21 anni, venne portato in carcere con l'accusa di corruzione di minorenni, mentre nel 2009 finì in prigione perché non pagava gli alimenti. Nel 2013 venne invece accusato di stupro da una vicina di casa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Attualità

Rischia di saltare la prima della scuola media Calvi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento