rotate-mobile
Cronaca Lido

Frodi a servizio sanitario: scoperta anche falsa cieca al Lido

Resi noti dalla Guardia di finanza i risultati dei controlli su esenzioni e agevolazioni in Veneto. Scoperta al Lido una falsa cieca, che è stata denunciata e dovrà restituire quando indebitamente percepito

Sono un centinaio i cittadini veneti che nei primi sette mesi di quest'anno sono stati scoperti a godere di prestazioni sociali agevolate che non meritavano affatto: la Guardia di finanza ha accertato che erano titolari di redditi molto più elevati di quelli dichiarati.

E' uno dei settori su cui si sono focalizzati i controlli dei finanzieri in materia di utilizzo di alloggi popolari, buoni libri, buoni mensa, borse di studio universitarie ed altre facilitazioni, compiuti anche grazie a protocolli d'intesa con Comuni, Ater e Università.

Solo a Belluno, erano una decina i titolari di "case popolari" che non possedevano i requisiti per abitarvi: alcuni avevano omesso di dichiarare redditi per oltre 50mila euro.

I controlli hanno riguardato anche la spesa sanitaria: in collaborazione con la Regione Veneto, sono stati accertati circa 2500 falsi ticket. A tutela della spesa pubblica, la Gdf ha individuato truffe agli enti previdenziali per quasi un milione e mezzo di euro. Anche qui fondamentale è stata la collaborazione con gli enti interessati, Inps e Inail.

Tra i casi più eclatanti una finta cieca del Lido, denunciata per falso ideologico e truffa aggravata, che dovrà restituire quanto indebitamente ricevuto. Danni all'erario per centinaia di migliaia di euro sono stati invece arrecati da veneziani, trevigiani e padovani da anni emigrati all'estero che continuavano a percepire l'assegno sociale in Italia.

La Gdf ha scoperto, tra gli altri, un disoccupato di fatto titolare di un'attività commerciale nel centro di Padova, individuato grazie all'utilizzo di 10mila euro in contanti, frutto di evasione fiscale.

"Cuore pulsante delle numerose risorse messe in campo dalla Guardia di Finanza - spiegano le Fiamme gialle - è la Sala Situazioni, Analisi Investigative e progetti Operativi del Comando Regionale Veneto". (ANSA)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frodi a servizio sanitario: scoperta anche falsa cieca al Lido

VeneziaToday è in caricamento