Falsifica le ricette per drogarsi in santa pace, denunciato 35enne

Un tossicodipendente di Favaro si recava sempre più spesso in una farmacia di San Donà per un medicinale a base di morfina. E' nei guai

Uno stratagemma già scoperto altre volte dalle forze dell'ordine. Tossicodipendenti che si recano in farmacia con la ricetta apparentemente in regola (timbrata dal medico di turno ignaro di tutto) per medicinali che all'interno contengono principi attivi di stupefacenti. Un modo per drogarsi senza rivolgersi a pusher. L'ultimo caso del genere (dopo altri scoperti nel Miranese e in Riviera del Brenta) arriva da San Donà di Piave, dove un cliente nelle ultime settimane si è presentato più volte per l'acquisto di un farmaco con il principio attivo della morfina e inserito nella tabella degli stupefacenti. L'uomo, un 35enne residente a Musile di Piave ma domiciliato di fatto a Favaro Veneto, le prime volte l'ha fatta franca.

FALSIFICA LE RICETTE PER DROGARSI A SANTA MARIA DI SALA

Il farmacista dietro al banco, controllata la ricetta, non si era insospettito. Aveva consegnato il farmaco, regolarmente pagato, e nulla più. Visto però che le "visite" si ripetevano con cadenza sempre più serrata, negli ultimi tempi ha deciso di contattare il medico che, secondo la documentazione, avrebbe autorizzato l'assunzione del medicinale. All'altro capo del telefono, però, il camice bianco ha dichiarato subito di non conoscere quel paziente e di non avere mai prescritto quel farmaco nell'ultimo periodo.

FALSIFICA LE RICETTE PER GLI PSICOFARMACI A DOLO

Il farmacista quindi si è rivolto ai carabinieri della locale compagnia, che martedì scorso hanno atteso l'arrivo del paziente e lo hanno fermato. Lo stesso è stato trovato in possesso della "solita" ricetta falsificata. Nella sua abitazione di Favaro Veneto poi i militari dell'Arma hanno sequestrato il materiale informatico utilizzato da A.T. per falsificare le ricette. Il 35enne è stato denunciato per falso materiale commesso da privato e per uso di atto falso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Veneto resta giallo? Zaia: «Dipendiamo da Rt, ma non abbiamo demeriti per cambiare zona»

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • 60enne si allontana da casa e scompare, trovato senza vita

  • Domani si decide sul colore del Veneto, Zaia: «Pressione su ospedali, ma tutto sotto controllo»

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

Torna su
VeneziaToday è in caricamento