Farmacista di turno se ne va a pranzo e chiude: "Chiamare solo per urgenze"

Il "caso" a Briana, frazione di Noale. In un cartello ha lasciato recapiti e indirizzo dove si trovava in pausa pranzo. Tutto in regola per la legge. Ma su Facebook si scatena il dibattito

Il cartello esposto sulla farmacia di Briana

Il farmacista è di turno ma per pranzo se ne va in una pizzeria vicino. Il tempo di mangiare e poi fare ritorno dietro al banco. Per le urgenze, però, lui dovrebbe essere sempre reperibile: lascia quindi un cartello, "sono a pranzo alla pizzeria “Il corallo” di via Santa Margherita 9. In caso di ricette urgenti telefonare al numero della farmacia. Grazie. Chiamare solo per ricette urgenti".

Il tempo di uscire e l'avviso è già su Facebook, fotografato da una ragazza passata di fronte alla farmacia di Briana, frazione di Noale. E si incendia il dibattito. ha fatto bene? ha fatto male? La legge non vieterebbe a chi è di turno di assentarsi dal posto di lavoro, a patto di indicare esattamente dove si trovi e i recapiti in caso di urgenze. Il titolare si è difeso, affermando che aveva il trasferimento di chiamata e che si trovava a un tiro di schioppo dalla farmacia.

Ma sui social network i commenti erano molto negativi, fino a richiedere la denuncia del camice bianco. Tutto in regola, dunque? Umberto Iazzetta, responsabile del Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanza Attiva regionale, interpellato dalla Nuova Venezia, ne fa una questione di civiltà: "Si configura quanto meno una mancanza di sensibilità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Venezia fa il pieno di stelle Michelin, 8 i ristoranti premiati

  • Incidente in auto nel pomeriggio: morto un 19enne di Mira, grave un suo coetaneo

  • Schianto tra un'auto e uno scooter, morto un 17enne

  • Addio ad Andrea Michielan, morto a 21 anni

  • Nuova ordinanza in Veneto: «Il sabato medi e grandi negozi posso rimanere aperti»

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri in Veneto e provincia di Venezia

Torna su
VeneziaToday è in caricamento