Il ruolo delle farmacie comunali veneziane | VIDEO

In questo periodo hanno continuato a garantire il servizio come «camice bianco più prossimo alla quotidianità del cittadino»

 

«La farmacia rappresenta il front office territorialmente più diffuso del servizio sanitario nazionale: le farmacie sono il camice bianco più prossimo alla quotidianità del cittadino»: sono le parole di Silvia Spignesi, responsabile delle attività operative di Ames, società partecipata dal Comune di Venezia che si occupa di gestione dei servizi farmaceutici e attività connesse. Spignesi ha descritto il ruolo delle farmacie comunali, soprattutto in questo momento di emergenza in cui hanno continuato a garantire sia l’apertura a battenti aperti sia gli orari in deroga, senza riduzioni di turni né di personale.

Cosa è stato fatto

L’azienda ha dotato tutti i dipendenti, già dai primi giorni dell’emergenza Covid-19, di mascherine e guanti, e ha provveduto a far installare pannelli trasparenti nei banconi. Inoltre, per sopperire alla carenza di gel disinfettante, ha spiegato Spignesi, l’azienda si è attivata con una produzione nel proprio laboratorio sia per la vendita al pubblico che per la colonnina con dispenser di gel igienizzante mani, da utilizzare all’ingresso. Le farmacie Ames, in collaborazione con la protezione civile del Comune di Venezia, si sono adoperate per fornire gratuitamente ai cittadini le mascherine prodotte dalla Regione. «Ancora una volta - dichiara l'assessore alle Società partecipate Michele Zuin - si conferma il ruolo strategico delle aziende comunali per fornire sempre dei servizi fondamentali e indispensabili alla cittadinanza».

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeneziaToday è in caricamento