menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Comparto edile, in provincia di Venezia il fatturato resta stabile

Il dato, riferito al terzo trimestre dell'anno, è relativamente positivo rispetto al resto del Veneto. Meglio anche l'occupazione, "in attesa della vera ripresa"

Se in Veneto nel complesso il mattone è ancora in flessione, va leggermente meglio nel Veneziano. Unioncamere e Edilcassa hanno presentato il dati relativi al fatturato delle imprese di costruzioni nel terzo trimestre del 2014, riscontrando una flessione media regionale del -0,4%, in linea con il trimestre precedente (era -0,7%).

Il periodo, si riporta in una nota congiunta, rappresenta normalmente uno dei momenti dell’anno di maggiore operosità ma, nel 2014, la media delle giornate piovose e di fermo cantiere è stata più alta di quelle stagionali, rallentando l’attività edilizia. Nonostante le difficoltà del periodo, i dati negativi sono in parziale frenata, aiutati dalle proroghe degli incentivi statali per l’efficienza energetica (65% e 50%), oltre alle opportunità regionali offerte dal piano casa. Un andamento positivo, fra il +0,1% e il +0,3%, si riscontra nelle province di Venezia, Verona e Rovigo, mentre la flessione risulta marcata nelle restanti province.

Fernando Zilio, presidente Unioncamere del Veneto, commenta: "Il dato non sorprende. Il risparmio cresce senza però tradursi in investimenti: significa che la crisi ha scavato nel profondo dell'animo e dei comportamenti, costringendo le famiglie a giocare sulla difensiva". Virginio Piva, presidente Edilcassa Veneto, dichiara: "Per ripartire, gli incentivi non bastano. Serve un alleggerimento della pressione fiscale sulla casa, e un aiuto vero da parte del mondo finanziario al sostegno dell’attività delle imprese: il credito al nostro comparto in questi anni si è notevolmente ridotto".

Per quanto riguarda l'occupazione nel settore edile, è stato riscontrato un dato incoraggiante dopo le flessioni dei trimestri precedenti: nelle province di Venezia e Padova si registrano variazioni positive con un +5,6% e un +2,8%.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Attualità

Rischia di saltare la prima della scuola media Calvi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento