menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maniero risponde alla Gabanelli: "Domenica ci sarò a Report"

Continua il botta e risposta tra l'ex boss e la giornalista di Raitre: "Non ho mai asserito di non credere al suicidio di mia figlia. Mai"

"Maniero si sottrae al confronto". "Non è vero, io domenica ci sarò". Continua il braccio di ferro tra l'ex boss della Mala del Brenta e la conduttrice di Report Milena Gabanelli. Una querelle che tiene banco da giorni e che domenica prossima potrebbe vedere un confronto in diretta tra i due. I nodi del contendere sono più d'uno: in primis le attività dell'azienda di depurazione acque di cui risulta titolare il figlio, in secondo luogo la morte della figlia di "Faccia d'Angelo", avvenuta nel 2006. In una lettera all'Ansa, Maniero sottolinea: "Non ho mai asserito di non credere al suicidio di mia figlia. Mai! Ho seguito dettagliatamente tutte le indagini, dal primo giorno che l'ho saputo. Indagini, da parte di tutti gli inquirenti, eseguite con una professionalità impressionante. Visto che sono stato invitato domenica prossima in trasmissione accetto l'invito".

Maniero si è detto pronto a chiarire tutti gli aspetti del suo lavoro: secondo la Gabanelli infatti Maniero avrebbe una società intestata al figlio che si occupa di sistemi di filtraggio dell'acqua. Accusato di sfuggire al confronto, l'ex boss, ora uomo libero, replica: "Domenica ci sarò certamente!".

Milena Gabanelli risponde alle critiche di Maniero sottolineando come "all'epoca dei fatti fu proprio lui a dichiarare di non credere al suicidio della figlia. Maniero - dichiara la giornalista - è stato informato da noi per iscritto della dichiarazione fatta da un soggetto che è stato in carcere con 3 affiliati alla banda Maniero, e della sua risposta si è tenuto conto. Il suo nuovo nome non è stato reso noto da noi, ma nel 2000 dall'Ansa poiché pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, e in seguito ripreso dai quotidiani nazionali, quindi non ho rivelato alcunché. Non abbiamo mai rivelato nemmeno il nome della sua azienda, e tantomeno il luogo dove lui abita e lavora".

"Da uomo libero - sottolinea ancora la giornalista - il signor Maniero ha iniziato a fare l'imprenditore. La società è intestata al figlio, ma il signor Maniero ha una procura che gli permette di avere poteri di fatto illimitati. Quello su cui indaghiamo ruota proprio attorno all'attività di questa società: installazione di sistemi di filtraggio di acqua potabile per i Comuni. Ed è qui che qualcosa che non funziona, e il signor Maniero si è rifiutato di avere un confronto con noi. Non ci saremmo mai occupati di lui se non fossero emerse criticità delle quali dovrà eventualmente rispondere come qualunque cittadino".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento