rotate-mobile
Cronaca Santa Croce / Fondamenta Santa Lucia

Vigonovo, petardo scoppia in mano Uomo cade in acqua a Santa Lucia

Capodanno da dimenticare per un 54enne finito all'ospedale per una ferita da scoppio a un arto. Un 36enne soccorso già in ipotermia

Il petardo è scoppiato troppo presto. In mano. L'ultima notte dell'anno doveva essere di gioia e spensieratezza per un 54enne residente a Vigonovo. Si è risolta invece in una corsa al pronto soccorso dell'ospedale di Dolo. Per quell'esplosione che aveva ferito l'arto. L'uomo, arrivato al nosocomio della Riviera del Brenta verso l'una, è stato subito visitato dai medici, che hanno "messo una pezza" alle ferite da scoppio riportate dal malcapitato. Le conseguenze, soprattutto muscolari, interessavano in gran parte un dito. Dopodiché i sanitari hanno trasferito il 54enne con una prognosi di quindici giorni nel reparto di Chirurgia plastica di Padova. Dove si tenteranno di ridurre le future cicatrici determinate dalla disavventura.

Il primo giorno dell'anno era invece passato da solo cinque ore per un 36enne di Villorba, nel Trevigiano. L'uomo, che decisamente non ha iniziato con il piede giusto il 2014, proprio a due passi dalla stazione di Venezia Santa Lucia è caduto in acqua. Ha rischiato grosso, viste le temperature notturne in questa stagione. Il trevigiano è stato quindi soccorso dagli agenti della polizia ferroviaria e riportato a terra. In stato di ipotermia. Subito è stato disposto il suo trasferimento all'ospedale Dell'Angelo di Mestre, dove il quadro clinico del 36enne è sempre stato tenuto sotto controllo. Mercoledì mattina, poi, la decisione di dimettere il paziente.

Se al pronto soccorso del nosocomio mestrino non si sarebbero segnalati altri casi di rilievo, l'ospedale Civile di Venezia ha costituito la meta per una quindicina di ubriachi che hanno necessitato di cure mediche. Soccorsi che si sommano ai 39 che si sono registrati in zona marciana, a causa sempre dell'alcol o di bottiglie rotte a terra, insidiose in fatto di tagli e ferite.

I vigili del fuoco sono intervenuti a Mestre in una ventina di casi per cassonetti in fiamme. Petardi e botti che "sbagliano" traiettoria e finiscono dritti sui contenitori dell'immondizia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vigonovo, petardo scoppia in mano Uomo cade in acqua a Santa Lucia

VeneziaToday è in caricamento