menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si ferisce in strada dappertutto con un coltello da cucina, bloccato

Un senzatetto 34enne libanese è stato arrestato dai carabinieri di Jesolo per resistenza a pubblico ufficiale. Voleva uccidersi in viale Oriente

Aveva iniziato a ferirsi con un coltello da cucina. Ubriaco. In mezzo alla strada. Nonostante un gruppo di connazionali libanesi stessero cercando di dissuaderlo. Momenti di paura verso le 11.30 di mercoledì in via Oriente a Jesolo Lido. Un 34enne senza fissa dimora all'improvviso ha iniziato a tagliarsi al collo, alle braccia e al torace. Dopodiché ha lasciato la lama sul ciglio della strada ed è corso in una roulotte in via Belgio, che si trovava parcheggiata in un'area verde abbandonata.

A quel punto sono arrivati anche i carabinieri, per evitare che la situazione degenerasse. Dall'interno del caravan, dove oltre al ferito c'erano altre due persone, a un certo punto è uscito il 34enne. Che davanti ai militari, afferrato un cavatappi, ha iniziato a procurarsi ulteriori lesioni al collo. Il sangue sgorgava copioso dalle ferite.

I carabinieri hanno quindi bloccato il malintenzionato, non senza fatica. Dopodiché lo stesso è stato caricato su un'ambulanza ed è stato portato al pronto soccorso per le cure del caso. E' stato dimesso con una prognosi di otto giorni. Dopodiché è scattato l'arresto per resistenza a pubblico ufficiale. Il gip ha condannato il 34enne a una reclusione in carcere di nove mesi. Alle operazioni ha concorso anche una pattuglia della polizia municipale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Attualità

Marea di borse in plastica invade la scala Contarini del Bovolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento