menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Mazze e bastoni sequestrati ai tifosi della Fermana

Mazze e bastoni sequestrati ai tifosi della Fermana

Daspo "controllato", i tifosi pericolosi devono firmare in commissariato durante le partite

Il Gip ha confermato l'inasprimento dei provvedimenti nei confronti di alcuni supporter della Fermana, adottati a seguito del match contro il Mestre dello scorso 27 gennaio

I violenti recidivi dovranno presentarsi in commissariato per la firma durante le partite di calcio, venti minuti dopo l’inizio e venti minuti prima della fine di ogni incontro. È quanto ribadito nei giorni scorsi dal Gip di Venezia. Destinatari del provvedimento sono alcuni tifosi della Fermana, oggetto di accertamenti da parte della questura lagunare in seguito agli episodi avvenuti il 27 gennaio a Portogruaro in occasione del match tra il Mestre e la squadra marchigiana.

L'iter

In quell'occasione, la polizia aveva trovato nelle auto dei tifosi della Fermana bastoni, mazze da baseball, tubi metallici. Per questo motivo 17 di loro erano stati denunciati e poi daspati. Tra questi, ce n'eranio alcuni che già in passato si erano già resi responsabili di fatti analoghi: considerata la loro «pericolosità sociale e il loro atteggiamento recidivo», il questore Gagliardi aveva quindi deciso di aggravare la misura, aggiungendo l’obbligo di presentazione al commissariato di Fermo durante le partite della loro squadra. Il Gip, però, aveva inizialmente annullato quest'ultimo provvedimento: a quel punto la procura ha fatto ricorso in Cassazione, vincendo. Il provvedimento è così tornato al Gip, che l'8 novembre ha reso nuovamente operativo l’obbligo di firma per i violenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno, ecco perché

Attualità

Chiude la sezione Covid 4 all'ospedale di Jesolo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ufficiali i nuovi colori: il Veneto resta arancione

  • Mestre

    "Il Mummia" torna a Mestre e finisce in carcere

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento