rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Cronaca Jesolo

Fermati e allontanati due spacciatori a Jesolo

Sabato la prima sera di entrata in vigore delle ordinanze sulla sicurezza, firmate dal sindaco Christofer De Zotti. Gli allontanamenti alcune ore prima. L'opposizione attacca: «Violenza e spaccio legati allo sviluppo urbanistico della città»

Mentre a Jesolo sabato sera sono entrate in vigore le ordinanze sulla sicurezza da poco firmate dal sindaco Christofer De Zotti, con la chiusura dei tre accessi al mare in corrispondenza di piazza Mazzini, alcune ore prima due cittadini stranieri sono stati fermati e denunciati per spaccio. Nella notte tra venerdì e sabato, durante un servizio congiunto con i carabinieri, gli agenti del Comando di polizia locale hanno sequestrato droga e denunciato 2 persone, emettendo altrettanti Daspo.

La droga e il fermo

Agenti e militari, avvalendosi del supporto dell’unità cinofila Baskoo, stavano pattugliando via Nievo e hanno visto due persone che, alla vista delle divise, si allontanavano verso la spiaggia con passo spedito. Inseguiti e bloccati, gli uomini delle forze dell’ordine li hanno perquisiti  e hanno trovato che uno dei due portava a tracolla un borsello e in una tasca ricavata c'era un astuccio di plastica contenente 6 palline in cellophane con all’interno una polvere bianca, più altri due involucri con una sostanza vegetale essiccata, (che è risultata essere marijuana dai narcotest). I due sono stati inoltre trovati in possesso di un grinder con residui di marijuana, un pezzo di busta di plastica presumibilmente utilizzata per il confezionamento degli stupefacenti e 50 euro accartocciati, che gli operatori ritengono possa essere l'incasso dell’attività di spaccio. Tutto è stato posto sotto sequestro e i successivi test hanno determinato che la sostanza bianca era cocaina (2,30 grammi suddivisi in 6 dosi). I due sono stati allontanati con daspo urbano.

Le critiche

Intanto alcune categorie di esercenti e parte dell'opposizione politica criticano l'operato della giunta Zotti, avanzando proposte. «Vogliamo andare diretti a quello, che per noi, è il cuore del problema. Ogni anno a Jesolo viene organizzato un convegno delle forze di polizia. Eppure non è mai stato organizzato un convegno volto ad affrontare il problema principe di Jesolo nel periodo estivo, invitando persone specializzate, psicologi, sociologi e studiosi di fenomeni legati all'emergenza sicurezza - affermano Salvatore Esposito (Rifondazione Comunista Veneto Orientale) e Fernando Lazzaretto (Sinistra Italiana Veneto Orientale) - Suggeriamo al sindaco De Zotti di affrontare anche il possibile ed eventuale rapporto esistente tra i fatti di violenza, spaccio e degenerazioni comportamentali giovanili e lo sviluppo urbanistico cittadino. Ci auguriamo che Jesolo possa affrontare la situazione in modo diverso e soprattutto realistico e costruttivo».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fermati e allontanati due spacciatori a Jesolo

VeneziaToday è in caricamento