Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Resta bloccata al porto di Venezia la nave azera con 13 marinai a bordo

Gli ispettori della guardia costiera hanno verificato le condizioni di vita e lavoro a bordo della Zeynalabdin Tagiyev. L'ispezione ha portato ad un provvedimento di fermo amministrativo

Si è svolta ieri, a bordo della nave Zeynalabdin Tagiyev, un'ispezione del personale della guardia costiera di Venezia: la nave è una "general cargo" di bandiera maltese, lunga 140 metri, che è stata sostanzialmente abbandonata dalla società armatrice oltre due mesi fa, con 13 marinai a bordo.

Gli ispettori sono saliti per verificare il rispetto delle norme in materia di sicurezza della navigazione, tutela del lavoro e protezione ambientale. La situazione è risultata critica sotto diversi aspetti, tanto da portare ad un provvedimento di fermo amministrativo della nave che si somma al sequestro ordinato del tribunale civile di Venezia per tutelare alcuni crediti insoluti. La guardia costiera ha comunicato che «sono state riscontrate circa 20 non conformità, legate alla certificazione dell’unità e alla protezione dei diritti dell’equipaggio, che non riceve i salari e provviste dall’armatore da diversi mesi».

Proprio nei confronti dell’equipaggio, composto da 13 cittadini dell’Azerbaijan, si è manifestata nei giorni scorsi la solidarietà di tutta la comunità portuale e delle istituzioni locali, grazie alla quale è stato possibile assicurare viveri e assistenza ai marittimi bloccati a bordo, lontani dalle proprie famiglie ormai da molti mesi. «La Zeynalabdin Tagiyev - conclude la guardia costiera - rimarrà in porto a Venezia fino a che il proprietario non provvederà a pagare gli stipendi ed i creditori, nonché a risolvere tutte le problematiche di sicurezza riscontrate a bordo».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Resta bloccata al porto di Venezia la nave azera con 13 marinai a bordo

VeneziaToday è in caricamento