Ottava aggressione in stazione da inizio anno: testata e calci al ferroviere

L'episodio poco prima delle 9 di mercoledì a Santa Lucia. Un dipendente Fs ha cercato di allontanare un portabagli abusivo, a quel punto è scattata l'aggressione fisica

Un copione che si ripete troppo spesso ormai, visto che nel giro di tre mesi e mezzo si tratta, secondo Trenitalia, dell'ottava aggressione ai danni del personale del Gruppo Fs a Venezia Santa Lucia. Un elenco che continua di volta in volta ad allungarsi, con l'ultimo episodio che è avvenuto verso le 8.40 di mercoledì ai danni di un operatore impegnato nel contrasto all'abusivismo. Si tratta di un addetto al settore di protezione aziendale sui 30 anni residente nel Veneziano.

L'ennesimo portabagagli irregolare, l'ennesimo comportamento sopra le righe. L'accaduto è stato reso noto da Trenitalia tramite una nota: "I fatti sono purtroppo sempre gli stessi - si legge - un addetto FS ha tentato di allontanare un portabagagli abusivo, di nazionalità rumena, dal Frecciabianca 9712 per Torino. Per tutta risposta è stato colpito con una testata. L’uomo era già stato più volte segnalato e allontanato dalla stazione, ma è tornato in compagnia di un’altra persona perseverando nell’attività abusiva". Niente di nuovo sotto il sole, dunque. Gli eventi si sarebbero svolti al binario 6. Arriva l'InterCity, l'abusivo, di nazionalità romena, si avvicina per aiutare (a pagamento) i passeggeri a scendere. Il dipendente Fs invece fa il suo lavoro, senza successo.

Secondo Trenitalia il ferroviere sarebbe stato preso a calci e sarebbe stato anche raggiunto da una testata. Ha poi raggiunto con i propri mezzi il pronto soccorso dell'ospedale dell'Angelo di Mestre per farsi refertare: "Sarà assistito dalla tutela legale che il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane mette a disposizione dei propri dipendenti vittime di aggressione e violenze", conclude la nota. Il lavoratore è stato dimesso con una prognosi di cinque giorni e poi ha raggiunto gli uffici della polfer di Mestre per presentare denuncia.

Il problema dei portabagagli abusivi è una piaga che si sta allargando sempre più non solo in laguna, ma anche in terraferma. Si tratta di una decina di senza fissa dimora che hanno capito il business. Non sono in tanti, ma sono difficili da allontanare. Fanno la spola tra Mestre e Venezia, cercando di racimolare soldi facili al momento dell'arrivo dei convogli ferroviari. Posizionandosi nei punti strategici di passaggio. L'aggressore di mercoledì mattina è stato individuato e identificato. Al vaglio telecamere di sorveglianza e testimoni. Si procede per resistenza e violenza a pubblico ufficiale, oltre che per lesioni.
 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto a 17 anni: sospetta overdose da psicofarmaci

  • Due casi di overdose in poche ore a Mestre, morto un 24enne

  • Un bambino sparito dopo scuola è stato ritrovato dopo ore di ricerche

  • Tour fotografico nella ex Sirma, fabbrica abbandonata a Porto Marghera

  • Il sindaco Brugnaro risponde alle polemiche di Celentano: «L'ho invitato qui»

  • Trovato il corpo senza vita di Paolo Tramontini

Torna su
VeneziaToday è in caricamento