menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Oltre centomila persone a Caorle per il corteo acqueo della Madonna

Una volta ogni cinque anni la località balneare diventa teatro della Festa della Madonna dell'Angelo. Corteo acqueo e atmosfera magica

Decine di migliaia di fedeli e curiosi assiepati sul lungomare e tra strade del centro storico per assistere al corteo acqueo che una volta ogni cinque anni solca le acque del mare caorlotto. Atmosfera delle grandi occasioni, a metà tra il religioso e la festa popolare, domenica nella località balneare per la festa della Madonna dell'Angelo. La statua di Maria è stata posizionata a bordo della caorlona che ha aperto il corteo. La città è addobbata per l'occasione: sui balconi fanno bella mostra di sè bandierine bianche e blu, dove vicino campeggiano le immagini della Madonna.

Una festa che arriva ogni cinque anni e che attira migliaia di fedeli e curiosi, incuriositi dalla processione in mare. La leggenda vuole che alcuni pescatori, mentre stavano gettando le reti, videro galleggiare a poca distanza una statua lignea della Madonna che venne trasportata nella allora esistente chiesa dedicata all'Arcangelo Michele che venne per questo dedicata anche alla Madonna dell'Angelo.

L'origine della processione invece è più recente: nel 1874 l'immagine della Vergine venne incoronata dal patriarca Giueseppe Trevisanato. Allora la festa era venticinquennale, dopodiché la cadenza cambiò. Dal 1965 in poi si celebra ogni cinque anni. Domenica mattina è stato celebrato il solenne pontificale in piazza Vescovado. Alle 15.30, poi, i Vespri Solenni e a seguire, alle 16, scatta il corteo acqueo con accompagnamento della Madonna fino al porto peschereccio, da lì l'imbarco sulla "caorlona", che a remi porta il simulacro fino al santuario. Seguita da tutti i pescherecci e le imbarcazioni caorlotte. Un evento che ha indotto a raggiungere Caorle oltre centomila persone: punti focali della processione (anche se ogni piazza o calle è addobbata a festa) la torre dell'Angelo in piazza Papa Giovanni XXIII, piazza rio Terrà, dove si trova l'arco della Madonna e soprattutto l'altare del porto peschereccio.
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento