menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Weekend "della Repubblica" e sole, spiagge assaltate: traffico intenso verso il mare

Le prime code si sono formate già nella prima parte della mattinata di venerdì, all'altezza dei caselli in uscita a San Stino e Portogruaro. Caorle, Bibione e Jesolo le mete preferite

Primo giorno del weekend lungo "della Repubblica" sommato a temperature ideali e cielo alto in cielo dà come risultato il traffico. Sì, perché già nelle prime ore di venerdì gli italiani si sono messi in movimento verso le spiagge, assaltando nel vero senso della parola le località balneari della costa Adriatica veneziana. Per lo meno chi è riuscito già a raggiungere la propria destinazione. Non hanno avuto buona sorte nemmeno i fautori delle partenze intelligenti, perché anche muovendosi nelle prime ore della mattinata, chi si è messo alla guida non ha potuto far altro che procedere a passo d'uomo, sperando di giungere il prima possibile a destinazione.

Caorle, Bibione e Jesolo le località nel mirino dei turisti. Traffico intenso, con veicoli a passo d'uomo, è stato registrato ai caselli in uscita a San Stino di Livenza e San Donà, ma anche a Meolo e Portogruaro i veicoli in coda hanno dovuto pazientare non poco per direzionarsi verso le spiagge. Attorno alle 10, il flusso dei veicoli a passo d'uomo si aggirava indicativamente attorno ai 3 chilometri.

Diversa la situazione a Venezia, quanto meno nella prima parte della mattinata, con numerosi turisti in movimento verso la laguna (come del resto capita ogni giorno), ma nessun "pienone" né tantomeno disagi alla circolazione sul Ponte della Libertà. Anche i park comunali di Piazzale Roma e del Tronchetto non hanno registrato particolari disagi. Folla limitata agli imbarcaderi in Piazzale Roma e nel piazzale di Venezia Santa Lucia, destinata giocoforza ad accrescersi nel corso della giornata.

code-imbarcaderi-actv-estate-pontili

PREVISIONI DI TRAFFICO PER IL WEEKEND - Per sabato, Autovie prevede traffico intenso sia sulla A4 sia sulla A23, mentre domenica i rallentamenti potranno presentarsi nel tardo pomeriggio per i rientri. Per quanto riguarda il divieto di transito per i veicoli superiori a 7,5 tonnellate lo stop di venerdì è in vigore dalle 8 alle 22, mentre sabato i mezzi pesanti potranno circolare. Divieto, invece, domenica dalle 7 alle 22. Nei paesi limitrofi i divieti di transito sono diversi, perché collegati alla festività di Pentecoste e proprio questo potrebbe causare, lunedì e martedì, disagi anche forti alla circolazione per un picco nei transiti dei mezzi pesanti che ripartono.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento