rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Cronaca

L'odissea per le "fiabe arcobaleno" È scontro tra Seibezzi e Orsoni

La delegata e il sindaco si sarebbero scontrati prima della conferenza di presentazione di venerdì mattina, che ha finito per venire cancellata

Le famose (o famigerate, a seconda dei punti di vista) “fiabe arcobaleno” continuano a far discutere, e dopo le critiche da parte di alcuni cittadini ora le polemiche si sono spostate direttamente nelle sale del Comune. Il progetto “leggere senza pregiudizi”, voluto dalla delegata Camilla Seibezzi, doveva venire discusso in una conferenza venerdì mattina dal sindaco Giorgio Orsoni ma, in seguito ad un infuocato incontro preliminare tra i due, l'appuntamento è saltato.

IL PROGETTO - "Leggere senza stereotipi" prevede la distribuzione di 36 libri illustrati nelle scuole materne e altri dieci negli asili del Comune allo scopo di combattere ogni tipo di discriminazione, religiosa, fisica, sociale o di orientamento sessuale. A scaldare i toni tra il primo cittadino e la delegata sarebbero state le procedure di proposta dei libri alle scuole seguite da parte dell'amministrazione comunale: l'adozione o meno degli stessi testi, come per tutti gli altri strumenti didattici, è lasciata agli stessi istituti e insegnanti.

I COMMENTI – Seibezzi ha spiegato così la sua rabbia: "Mi era stato detto che i libri erano stati sbloccati, cosa che ho scoperto che invece non è avvenuta. Avendo disposto io la spesa, andrò ora fino in fondo per capire di chi è la responsabilità della mancata distribuzione dei volumi a tutte le scuole, dove saranno poi gli insegnanti a decidere se adottarli o meno. Perché, avendo consegnato la lista alle Politiche educative e alle Municipalità già il 27 novembre, c'era tutto il tempo per risolvere in questo periodo tutti gli eventuali problemi". Secca la replica del sindaco: "Si tratta di un semplice problema di rispetto delle procedure. Purtroppo, la delegata, che non è necessariamente un amministratore e fa azione politica, forse non era a conoscenza delle procedure da sempre in uso qui, che rispecchiano in modo trasparente e corretto la messa a disposizione dei docenti degli strumenti didattici senza volerli imporre con procedure ideologiche".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'odissea per le "fiabe arcobaleno" È scontro tra Seibezzi e Orsoni

VeneziaToday è in caricamento