menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Una fiaccolata contro il degrado a Marghera, l'idea di Fratelli d'Italia

Il gruppo di centrodestra chiede soluzioni al problema della criminalità e dell'abiezione della periferia veneziana. Appuntamento il 15 novembre

Una fiaccolata per dire no al degrado di Marghera, alla delinquenza nelle strade del Veneziano e all'illegalità che, secondo Fratelli d'Italia, ormai imperversa in tutto il territorio. Così il gruppo di centrodestra ha deciso di rispondere. L'evento simbolico è previsto per il 15 novembre e a spiegarne i motivi e gli scopi ci hanno pensato gli stessi organizzatori.

SITUAZIONE AL LIMITE - “I cittadini sono esasperati - attacca Andrea Selva Volpi di Fratelli d’Italia - sempre più spesso divengono testimoni silenziosi e impauriti di attività di spaccio, prostituzione e illegalità ad ogni ora del giorno e della notte ed in luoghi fino a qualche tempo fa impensabili come le vicinanze delle scuole e i giardini pubblici. Non possiamo più tollerare questo lento, ma costante declino che attanaglia Marghera e al quale nessuno sembra interessato a porre un freno. Anzi, pare a molti, che l’amministrazione stia forse ignorando il disagio che si vive nelle zone più “calde” del territorio come il rione delle Vaschette e le zone limitrofe a via Fratelli Bandiera e del porto industriale, ricettacolo del mercato del sesso e di tutte le attività malavitose ad esso collegate, compresi accampamenti abusivi più volte sgomberati, ma anche in zone di piazzale Candiani in pieno centro o ancora il triangolo tra via Piave, via Cappuccina e corso del Popolo con la stazione ferroviaria, per continuare poi con il centro storico piegato anch’esso dalla piaga dell’abusivismo e terminare poi con i continui furti nei quartieri di Chirignago e Zelarino; luoghi dove, purtroppo, abbiamo perso da tempo il controllo”.

NIENTE “STRUZZI” - “Non è nascondendo la testa sotto la sabbia che si risolvono i problemi – continuano i membri del centrodestra - servono azioni forti di contrasto alla criminalità, dobbiamo ritornare ad essere noi, cittadini onesti e perbene, a poter essere liberi dalla paura. Perché si ignorano i problemi degli anziani che hanno paura ad uscire di casa da soli, delle mamme che escono con i loro bambini e dei giovani che convivono costantemente con lo spaccio e il consumo di sostanze stupefacenti? Marghera e la città tutta, vuole e merita riscatto sociale e riqualificazione, non ha bisogno di false promesse e passeggiate inconcludenti come quella dello scorso marzo in cui il sindaco e la Giunta sfilavano di fronte ai cittadini per poi tornarsene nelle loro belle case e non tornare più a vedere le periferie della città che malamente amministrano e che invece, disperatamente, chiedono l’aiuto di politici attenti ai problemi, quelli veri”.

UNA CITTÀ PER TUTTI - “Noi vogliamo spazi per i giovani, quelli per bene, che sognano e che meritano un futuro diverso, vogliamo che i nostri figli possano giocare felici nei giardini pubblici (che abbiamo pagato con le nostre tasse) senza aver paura che possano ferirsi con una siringa usata, vogliamo che i nostri anziani possano aprire il portone senza il timore di chi trovarsi di fronte, vogliamo strutture sportive adeguate per i nostri giovani e la riconversione degli spazi dismessi da affidare alle associazioni che creano tessuto sociale e contrastano la malavita. Ma soprattutto, vogliamo una città libera e sicura, senza zone d’ombra in cui non potersi avventurare se non rischiando qualche brutto incontro. Questo chiedono i cittadini e su questo ci batteremo noi, Fratelli d’Italia, al loro fianco, da sempre. È per questo – conclude l'esponente di centrodestra - che abbiamo indetto per il 15 di novembre alle ore 18 in via Fratelli Bandiera, una fiaccolata a sostegno dei cittadini al fine di chiedere un maggiore impegno al sindaco verso il problema della sicurezza e contro il degrado in cui versa non solo Marghera, ma tutto il Comune di Venezia. La macchina organizzativa è in moto, per pubblicizzare la manifestazione attiveremo gazebi nei mercati del territorio, volantinaggi nelle scuole e nelle università al fine di sensibilizzare i giovani e coinvolgeremo tutti i residenti delle zone interessate da questi problemi”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Attualità

Rischia di saltare la prima della scuola media Calvi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento