menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lo striscione della fiaccolata

Lo striscione della fiaccolata

Le fiaccole illuminano via Fratelli Bandiera: "No violenza sulle donne"

In circa un centinaio giovedì sera hanno sfilato per il vialone di Marghera dopo i due tentati omicidi di martedì. Le uniche a lamentarsene sono state le prostitute, per cui si manifestava

Un centinaio di persone per dire no alla violenza sulle donne. Proprio in quella strada dove spesso le donne devono  offrire il proprio corpo al miglior offerente. Dopo il duplice tentato omicidio di martedì scorso ai danni di due prostitute i giovani del centro sociale Rivolta hanno organizzato una fiaccolata di solidarietà in via Fratelli Bandiera a Marghera, anche per denunciare la "mancanza di politiche e di servizi rivolti al gentil sesso", come si legge nel volantino.

Le uniche a non aver gradito il corteo sono state proprio alcune prostitute che tentavano di lasciare in fretta il marciapiede: "Ora dite tutti no alla violenza e poi quando c'è bisogno non c'è nessuno", ha urlato una di loro ai manifestanti. Alle 19.15 il corteo ha lasciato il centro sociale per percorrere lo stradone fino all'incrocio con via delle Macchine.

"Con queste fiaccole illuminiamo chi la nostra società costringe a rimanere in ombra", ha dichiarato Vittoria Scarpa, una delle organizzatrici. All'interno del serpentone di persone anche le rappresentanti del comitato "Se Non Ora Quando" di Venezia. La coordinatrice, Simonetta Luciani, ha annunciato un'iniziativa "in rosa" in centro storico per il prossimo 14 febbraio, giorno di San Valentino. Affinché il tema non passi mai in secondo piano: "Anche se erano due prostitute - ha commentato - sono sempre donne che subiscono soprusi da un uomo".

All'interno del corteo anche gli immigrati che frequentano la scuola di italiano "Libera La Parola". Tutti uomini. Cercano di inserirsi anche in questo modo. "Certo la situazione è difficile - ha commentato il presidente della municipalità di Marghera, Flavio Dal Corso - le ordinanze antiprostituzione hanno dato i loro frutti ma c'è ancora molto da fare". Al termine del corteo il ritorno nel centro sociale. I manifestanti se ne sono andati alla spicciolata, lasciando però lo striscione con lo slogan "Basta violenza sulle donne" illuminato dalle fiaccole. "Per stanotte rimarrà qui davanti a tutti", ha concluso Vittoria Scarpa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento