menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I carabinieri intervenuti in ospedale

I carabinieri intervenuti in ospedale

Prende la madre a martellate in testa: figlio arrestato, anziana grave in ospedale

E' successo alle 18.30 di domenica in un'abitazione di Mira. Una 76enne in codice rosso all'Angelo. Il figlio di 46 anni arrestato dai carabinieri per tentato omicidio: è in carcere

Il figlio la aggredisce e la colpisce alla testa con un martello. Pare più di una volta. Un'anziana residente in via Colombara a Mira si trova ricoverata in gravi condizioni all'ospedale dell'Angelo di Mestre dopo essere stata ferita da V.G., un 46enne che convive con la madre, che ha 30 anni più di lui. Ancora da chiarire i contorni della vicenda, che si è verificata verso le 18.30 di domenica all'interno dell'abitazione dei due, che vivono da soli in un appartamento al primo piano di un condominio. Sul posto non appena è stato lanciato l'allarme sono intervenuti i carabinieri della tenenza di Mira, oltre che i sanitari del 118.

L'anziana, G.A., all'inizio si sarebbe mantenuta cosciente. Durante il trasporto, però, avrebbe perso conoscenza. Troppo pesanti i traumi riportati. Ha raggiunto l'ospedale di Mestre in gravi condizioni e immediatamente è stata portata in area rossa per gli accertamenti del caso. A stretto giro di posta una pattuglia dei militari dell'Arma ha raggiunto il nosocomio per sincerarsi delle condizioni della vittima dell'aggressione, mentre il presunto autore (sulla dinamica dei fatti ci sarebbero ben pochi dubbi) è stato portato in caserma per chiarire la sua posizione.

I colloqui e i rilievi sono continuati nelle ore successive, dopodiché l'uomo è stato arrestato per tentato omicidio e portato al carcere di Venezia, a disposizione dell'autorità giudiziaria. L'anziana avrebbe riportato traumi anche in altre parti del corpo, ma a preoccupare sarebbero soprattutto le lesioni al capo. Alle 23 è stata ricoverata nel reparto di Chirurgia. La notizia dell'accaduto si è sparsa velocemente in paese. In via Colombara, infatti, diversi residenti si sono chiesti il motivo dell'intervento simultaneo di ambulanza e carabinieri. Si sarebbe trattato di un raptus di rabbia incontrollato scatenato da futili motivi. L'uomo lavora per una cooperativa attiva in ambito sanitario.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento